Avcpass: ecco come cambiano gli appalti nel 2014

Dal 1 gennaio 2014 diventa obbligatorio l’Avcpass in materia di appalti pubblici. Di che si tratta?

Come cambiano gli appalti nel 2014? Con Avcpass, un sistema informatico messo a punto per la verifica online dei requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativo ed economico-finanziario di coloro che partecipano alle gare per gli appalti pubblici.

In particolare, come sancisce l’art. 2 (comma 2) della delibera dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, il sistema AVCPASS (Authority Virtual Company Passport) consente:

  • alle stazioni appaltanti/enti aggiudicatori, attraverso un’interfaccia web e le cooperazioni applicative con gli Enti Certificanti, l’acquisizione della documentazione comprovante il possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativo ed economico-finanziario per l’affidamento dei contratti pubblici;
  • agli operatori economici, tramite l’apposita area dedicata, di inserire a sistema i documenti la cui produzione è a proprio carico ai sensi dell’art. 6-bis, comma 4, del Codice. L’operatore economico può utilizzare tali documenti per ciascuna delle procedure di affidamento alle quali partecipa entro il periodo di validità del documento, così come dichiarato dall’operatore medesimo.

Avcpass: la guida

L’Autorità sul sito ha messo a disposizione una serie di guide e strumenti per comprenderne il corretto funzionamento e che puoi visualizzare nella voce «Formazione» e «Manuali», che forniscono aiuto sulla registrazione, nonché sulle due componenti specifiche:

  • Operatore Economico;
  • Stazione Appaltante.