Aste immobiliari, si risparmia anche il 50% del prezzo stimato. Lo studio di Confedilizia

Aste immobiliari, per quanto ai più possano sembrare ammantate di un certo mistero, si può risparmiare anche il 50 per cento rispetto ai normali prezzi presenti sul mercato immobiliare. Ad affermarlo è Confedilizia, vediamo quindi qualche utile consiglio in materia.

Aste immobiliari: la convenienza c’è e si vede. Si può risparmiare fino al 50 per cento rispetto ai sempre troppo esosi prezzi del nostro mercato immobiliare, e ad affermarlo è proprio Confedilizia. Un esempio su tutti: 175 mila euro per aggiudicarsi un appartamento ad Assago, nel milanese, pagando 1920 euro al metro quadro quando le quotazioni medie nell’hinterland meneghino non scendono praticamente mai sotto i 2200 euro al mq.

I saldi immobiliari: puntare sugli immobili invenduti

Se si sta cercando il vero affare, però, bisognerebbe puntare sugli immobili presenti già da tempo sul mercato. E’ in questi casi, infatti, che si riescono a ottenere gli sconti maggiori: dal 30 per cento in su. Tanto per fare un esempio, a Genova un appartamento che secondo l’Omi (l’Osservatorio del mercato immobiliare che fa capo all’Agenzia delle Entrate) era valutato tra gli 84 mila e i 124 mila euro, è stato acquistato alla convenientissima cifra di 61 mila euro. Ad Ancona, invece, un’abitazione stimata tra i 220 mila e i 308 mila euro ha visto scendere il suo prezzo di quasi il 50 per cento: aggiudicata a quota 99.029 euro.

Occhio alle aste delle case in periferia

La crisi economica, infatti, può trasformarsi in un buon affare per chi vorrebbe investire nel mattone. Per gli interessati, conviene sicuramente puntare sulle periferie: sono infatti in arrivo alle aste giudiziarie gli immobili acquistati tra il 2007 e il 2009, periodo caratterizzato da una certa facilità di accesso ai mutui, che garantivano anche il 100 per cento del prezzo d’acquisto. Considerando che a ogni tornata d’asta il valore dell’immobile viene abbassato, per legge, del 25 per cento, un appartamento che viene venduto alla quarta o quinta gara può rivelarsi un vero colpo di fortuna per chi riesce ad aggiudicarselo.

Consigli utili

Innanzitutto, ci si può fare un’idea preliminare su internet tramite i seguenti siti:

www.asteannunci.it
www.portaleaste.com
www.asteimmobili.it
www.astalegale.net
www.astegiudiziarie.it

Il consiglio più frequente da parte degli esperti, tuttavia, è proprio quello di non tentare di muoversi da soli in un mercato che, nonostante le promesse di necessaria trasparenza, è ancora avvolto da un certo alone di mistero. E’ comunque indispensabile sapere che chi partecipa a un’asta deve disporre immediatamente della somma necessaria per pagare la cauzione d’ingresso, pari al 10 per cento del valore dell’immobile. Dopo l’acquisto, entro 30/60 giorni sarà necessario versare l’intero importo dovuto.