Alunna di Sulmona chiama i carabinieri: «A scuola non si rispettano le norme anti Covid»

Una studentessa ha avuto un attacco di panico e ha denunciato: «A scuola non rispettano le norme anti Covid»

Una studentessa di una scuola superiore di Sulmona, nella giornata di ieri ha avuto un attacco di panico mentre era in classe. È stata chiamata un’ambulanza per farla trasportare al pronto soccorso. Ha allertato anche i carabinieri dicendo che nella scuola non vengono rispettati i controlli per le misure anti Coronavirus.

Alunna di Sulmona chiama i carabinieri: «A scuola non si rispettano le norme anti Covid»

La scuola ha smentito categoricamente l’accusa fatta dalla studentessa. La responsabile dell’istituto ha spiegato: «Indossiamo regolarmente mascherine e igienizziamo gli ambienti la ragazza sta forse attraversando un brutto periodo, ma le sue accuse sono del tutto infondate».

Ma la giovane studentessa che ieri è stata portata in ospedale per un attacco di ansia, continua ad insistere con le sue accuse: «Quando ho contestato a dei miei compagni, che non indossavano le mascherine, che non volevo tornare in quarantena sono stata minacciata e sbeffeggiata, con i miei compagni che si sono messi a starnutire di proposito e a giocare a canestro con i fazzoletti usati».

Situazione dei contagi da Coronavirus in Abruzzo

Secondo l’ultimo bollettino di ieri 2 dicembre, i nuovi contagi da Coronavirus in Abruzzo sono 485. Non si registrano invece nuovi decessi. L’età compresa dei nuovi casi registrati nella Regione va dagli 1 ai 94 anni. Dall’inizio dell’emergenza si registrano 88.379 nuovi casi.

Fortunatamente il bilancio dei pazienti deceduti resta fermo a 2.595. L’Assessorato regionale alla Sanità comunica che nel numero dei casi positivi sono compresi anche 81.290 dimessi o guariti, +222 rispetto al giorno precedente.

In Abruzzo gli attualmente positivi al Coronavirus, sottraendo al totale dei positivi, al numero dei dimessi/guariti e dei deceduti, sono 4494 (+263). Nel totale sono compresi anche 621 casi che riguardano i pazienti persi al follow up dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Su questi sono in corso delle verifiche.

Rispetto a mercoledì, sono 110 i pazienti (+1) ricoverati in ospedale nell’area medica, 8 (+2 rispetto al giorno precedente) sono ricoverati in terapia intensiva. Gli altri 4376 (+260) si trovano in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte della Asl regionale.

Sono stati eseguiti 6.724 tamponi molecolari nelle 24 ore, sono 1.592.512 il totale di quelli effettuati dall’inizio dell’emergenza. 11.968 sono i test antigenici in totale. In base ai calcoli sulla somma tra i tamponi molecolari e i test antigentici del giorno, si ha un tasso di positività pari al 2,59 per cento.

Del totale dei casi positivi, si registrano 22.411 residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+38), 22.245 in provincia di Chieti (+91), 20.966 in provincia di Pescara (+108), e su altri 6 sono in corso le verifiche sulla provenienza.