Autore: Luca D

Stati Uniti - Coronavirus

Allarme Covid-Party negli USA, i giovani vogliono infettarsi e sviluppare immunità

Negli Stati Uniti il lockdown sta portando a conseguenze e gesti estremi, uno tra questi sono i «Covid Party»: delle feste per favorire i contagi e sviluppare immunità

Negli Stati Uniti il lockdown sta avendo conseguenze disastrose. Il numero di persone contagiate dall’inizio dell’emergenza è altissimo: si parla di almeno 1 milione e 300 mila casi accertati ma, come in ogni altra parte del mondo, il numero reale potrebbe essere molto più alto a causa degli asintomatici e di chi non è stato sottoposto al tampone. Nelle ultime 24 ore si sono registrati, ancora una volta, 2.500 decessi che hanno portato il numero totale ad oltre 75.000 unità.

L’ economia americana è in serio pericolo

Nonostante questi spaventosi numeri, Donald Trump ed una buona porzione della popolazione americana vuole ripartire e tornare ad una vita vagamente normale. Già da settimane, in giro per il paese, i manifestanti anti lockdown si stanno facendo sentire. Alcuni dei 50 stati hanno già riaperto ed annullato il lockdown. Questo desiderio di affrettare i tempi è dovuto al fatto che il lockdown sta letteralmente distruggendo gli Stati Uniti.

Dall’inizio dell’emergenza oltre 33 milioni di persone hanno chiesto i sussidi di disoccupazione (pari ad oltre la metà della popolazione dell’Italia intera). Ogni settimana di lockdown costa 3 o 4 milioni di disoccupati in più ed ora la situazione si sta facendo insostenibile visto che la disoccupazione ha raggiunto il picco del 16%. Questi numeri minacciano non solo l’economia del paese ma, in generale, tutti gli equilibri sociali ed economici alla base di uno dei paesi più potenti del mondo, se non il più potente.

LEGGI ANCHE:Pompeo: «il coronavirus arriva da un laboratorio cinese»

L’ultimo fenomeno: “Covid-Party” per facilitare la diffusione del virus e sviluppare gli anticorpi

Un altro problema che affligge gli Stati Uniti è quello dei giovani. Se in Italia i giovani hanno accettato il lockdown e lo hanno generalmente rispettato per circa due mesi, i giovani degli Stati Uniti non hanno accettato di buon grado le direttive del governo. Negli ultimi giorni alcune testate giornalistiche hanno lanciato un pericolosissimo allarme, sta nascendo il fenomeno dei “Covid-Party”. Si tratta di feste frequentate da un pubblico giovanile in cui non si rispetta il distanziamento sociale ed in cui vengono invitate anche persone contagiate dal virus o con sintomi. Lo scopo di questi giovani è quello di favorire la diffusione del virus in modo da essere infettati, sconfiggere il virus e sviluppare gli anticorpi che ti rendono immune. Episodi di questo tipo si sono registrati in diversi stati ma quello più colpito da tutto ciò è lo stato di Washington.

Le autorità hanno già condannato questo fenomeno sottolineando che nonostante l’infezione nei giovani sia molto lieve non mancano le eccezioni che confermano la regola.

L’idea è nata quando alcuni politici e scienziati hanno proposto la cosiddetta “patente di immunità”, ossia una certificazione che attesti che una persona è già stata infettata dal virus, ha sviluppato gli anticorpi e quindi è immune. Questi ragazzi sono talmente tanto stanchi dall’essere confinati all’interno delle mura domestiche che sono pronti a rischiare la loro salute pur di sviluppare l’immunità e tornar ad una vita più o meno normale.