Autore: Annarita Faggioni

24
Lug 2020

Alex Zanardi: chi è il campione sportivo

Alex Zanardi cosa ha fatto nel tempo il grande campione sportivo e quali sono tutte le sue gesta?

Alex Zanardi è un campione sportivo italiano. Il nome completo è Alessandro ed è nato a Bologna il 23 ottobre 1966, sotto il segno dello Scorpione. I suoi genitori erano persone comuni, ma di grande cuore.

Il campione è stato prima un pilota, poi paraciclista e conduttore televisivo. Gli incidenti che lo hanno visto purtroppo protagonista nel tempo non lo hanno mai fermato, anzi. Per questo, Alex Zanardi è considerato un esempio di vita per tutti. Com’è stata la sua carriera?

Alex Zanardi: la carriera in F1

Alex Zanardi inizia la sua carriera nel 1980, quando partecipa a Vado a una gara di Kart. Partecipa a competizioni simili per 2 anni, con l’obiettivo di affinare il suo stile. Man mano che passano gli anni Ottanta, Zanardi si fa conoscere per i suoi risultati.

Passa così dalle gare 100 cc a quelle 100 super, per poi passare al 135 cc. L’esordio in Formula 3 è del 1988. La sua prima auto da competizione dopo i kart fu la Dallara Alfa Romeo.

Passo poi alla Ral Toyota e nel 1990 vinse la sua prima competizione in questo contesto. Il 1990 segna anche l’incontro con l’attuale moglie, Daniela.

Nel 1991 passa in Formula 3000, cambiando di nuovo auto e team. Le prime due gare vinte sono a Vallelunga e al Mugello. Nel 1993 arriva in Formula 1, con il team della Lotus e lo sponsor Silverstone.

Seguì, dopo alcune partecipazioni senza gloria, uno stop nel 1995. Verso la fine di quell’anno, firma un contratto di 3 anni con Ganassi. il Brasile e Portland diventano per lui i luoghi della riscossa.

L’anno d’oro è il 1998, quando vince per ben 7 volte consecutive. Un incidente gli fa perdere dei punti in classifica. Nel ’99 ritorna in F1, con la Williams.

L’incidente e il recupero

Al campionato europeo di Lausitzring del 2001, alle qualificazioni, Zanardi perde il controllo del mezzo per via dell’acqua e dell’olio sulla pista. Un’altra auto in gara lo travolge, colpendolo nella zona delle gambe. Rischia di morire dissanguato, ma perde l’uso delle gambe.

Ritorna alle corse con un’auto modificata ad hoc nel 2005. In quel periodo, vince:

  • Gran Premio di Germania;
  • Campionato Italiano Superturismo.

Partecipa a gare come pilota fino al 2019.

La carriera paralimpica

Per Zanardi, l’incidente apre la strada al mondo paralimpico, che lo vede protagonista. Partecipa alla maratona di New York nel 2007, raggiungendo il quarto posto.

Seguono:

  • campionato italiano di ciclismo su strada a Treviso;
  • medaglia d’argento ai mondiali in Danimarca;
  • maratona di Roma, dove si classifica primo;
  • medaglia d’oro ai Giochi Paralimpici di Londra;
  • coppa del mondo in Canada;
  • medaglia d’oro ai mondiali negli Stati Uniti;
  • vincitore campionato mondiale in Svizzera.

Questo avviene senza contare le gare in staffetta, dove comunque ottiene ottimi posizionamenti in classifica.

Alex Zanardi: vita privata

Alex aveva una sorella, Cristina, morta in un incidente nel 1979. Zanardi è diplomato geometra e dal 1996 è sposato con Daniela, la donna della sua vita. Da lei ha avuto un figlio, Niccolò, che è sempre accanto a suo padre e gli ha recentemente lasciato un messaggio di auguri speciale su Twitter.