Al via la XIII edizione del Roma Indipendent Film Festival

Il 16 marzo si è aperta a Roma la XIII edizione del RIF, Roma Indipendent Film Festival, un’importante rassegna nazionale e internazionale del cinema indipendente nata nel 2000 che ha conosciuto negli anni un riscontro considerevole da parte del pubblico e della critica. Importante vetrina per i registi esordienti che presenteranno in anteprima i loro lavori - film e documentari: 6 i film in gara per la sezione internazionale, 6 quelli italiani e 20 documentari.

Quest’anno luogo prescelto per l’intensa settimana dedicata al cinema indipendente, che terminerà il 23 marzo, è il Nuovo Cinema Aquila nel quartiere Pigneto – uno dei quartieri più frequentati dalla movida romana. Le tematiche affrontate sono di estrema attualità si va infatti dal problema della giustizia a quello dei diritti umani e della difficile condizione, soprattutto in alcune zone del mondo, della figura femminile.

Il festival apre l’edizione 2014 con ‘Return to Zero’ di Sean Hanish pellicola che racconta la drammaticità di una gravidanza terminata tragicamente – la coppia scopre che il bambino che aspettavano è morto nel ventre – e il coraggio dei protagonisti di proseguire la loro vita insieme, cercando di metabolizzare l’accaduto.

Altro film in concorso che ha suscitato forti critiche per il tema trattato è ‘Nuwebe’ di Joseph Israel Laban. La pellicola è ispirata ad una storia vera e racconta di una donna madre e figlia. La protagonista Krista resta incinta a soli 9 anni conquistandosi il triste primato di madre più giovane delle Filippine.

Il festival, ospitato dalla Capitale, concluderà la rassegna con ‘Temporary road – (Una) vita di Franco Battiato’ documentario musicale girato dal giornalista Giuseppe Pollicelli e dal regista Mario Tani. Protagonista assoluto il poeta e musicista Franco Battiato, l’intento del film è quello di ripercorrere la lunga carriera di uno dei cantautori più importanti della storia musicale del nostro tempo. L’artista siciliano sarà ospite della serata di chiusura.
Il RIF è patrocinato dall’Assessorato alla Cultura, Creatività e promozione Artistica di Roma Capitale, con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dell’Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio.

Per conoscere il programma completo consultare: www.riff.it

Articolo a cura di Paola D’andrea