Acquisti per Natale online: come evitare le truffe secondo la Postale

Acquisti per Natale online: come evitare le truffe secondo la Postale

La polizia postale ha messo a disposizione un decalogo per scoprire le truffe che possono avvenire con gli acquisti online per i regali di Natale

Acquisti per Natale online: quali sono i rischi e i pericoli? La Polizia Postale ha messo a disposizione un decalogo che tutti possono utilizzare per evitare brutte sorprese quando si fanno i regali di Natale 2020. Ecco quali sono i consigli delle Forze dell’Ordine.

Acquisti per Natale online: regole anti-truffa

Sono in tanti quelli che scelgono di fare i regali di Natale online per evitare le code e per trovare sconti e offerte a portata di click. La Polizia Postale ha informato i cittadini su come evitare che i truffatori online si approfittano della situazione per ottenere i dati personali degli utenti illecitamente durante il periodo delle Feste.

Infatti, nel 2020 le segnalazioni e le denunce ricevute sul sito ufficiale della Postale commissariatodips.it ha registrato un aumento dell’89,1% rispetto al 2019. Su questo sito si possono trovare una serie di consigli utili per capire se lo sconto nasconde un’offerta reale, oppure un’odiosa truffa. Le regole si possono trovare anche sui canali social ufficiali Instagram e Facebook della Postale.

Quali sono i passi da fare per rendere gli acquisti per Natale online davvero sicuri?

  1. Aggiornare il sistema operativo e il programma utilizzato per navigare su Internet. I dispositivi si aggiornano con nuovi strumenti di sicurezza. Così è più difficile per un truffatore riuscire a creare una pagina falsa per invitare gli utenti a inserire i propri dati personali. Prima di fare degli acquisti, si deve verificare che il sistema operativo e il browser utilizzato per navigare online siano aggiornati. Per maggiore sicurezza, serve installare e aggiornare un programma antivirus.
  2. Quando si acquista online, si preferisce un sito ufficiale. Da guardare anche il prezzo: se è troppo basso rispetto ai costi di produzione, deve fare insospettire. Conviene utilizzare siti di marchi noti verificando anche l’URL del sito. Alcuni truffatori creano una pagina finta usando i marchi del sito ufficiale di un negozio o di una catena. Quindi, prima di fare il Login, si deve dare un’occhiata anche all’URL del sito. I siti ufficiali mostrano il banner per il consenso ai cookie in base alla normativa GDPR e una serie di informazioni come la partita Iva dell’azienda e la sede ufficiale. Così ci sono anche maggiori garanzie sul prodotto che si va ad acquistare.
  3. Il metodo di pagamento deve essere TRUST e VERIFIED / VeriSign Trusted e il sito deve avere il protocollo SSL. Se non c’è questo protocollo, il browser indicherà il sito come non sicuro, quindi da evitare. La dicitura Trust e Verified, invece, si trova nei metodi di pagamento. Per maggiore sicurezza, serve verificare che il sito abbia una sezione di assistenza a cui chiedere informazioni sui metodi di pagamento accettati e su come i propri dati vengono utilizzati.
  4. Internet permette a tutti di fare recensioni e commentare un prodotto o un servizio. Quindi, serve verificare anche le informazioni e commenti sul sito dove si vuole andare a comprare.
  5. Alcuni marchi importanti utilizzano le app di vendita. Utilizzando l’app ufficiale del sito o del marchio, si evita di incappare in pericolose truffe. Nessuna azienda chiede all’utente di inviare via mail, o per SMS, o per WhatsApp, o ancora via Telegram di inviare i propri dati personali. Quindi, dietro a mail che chiedono questo tipo di informazioni ci sono delle truffe.
  6. Per sicurezza, conviene usare una carta di credito prepagata piuttosto che una revolving o una carta di collegamento. Così, se la carta dovesse essere oggetto di truffa, basterà bloccarla e il truffatore non avrà accesso al conto corrente. Per maggiore sicurezza, si possono utilizzare conti online come quello di PayPal, che permettono di pagare senza dover fornire ogni volta i dati della carta di credito.
  7. Se ricevi una mail strana da parte di un amico con un link da cliccare, evita assolutamente. Probabilmente si tratta di una truffa.
  8. Nei siti di annunci economici, si devono evitare gli acquisti a un prezzo troppo basso o dove non ci sono feedback della persona che sta vendendo quell’oggetto. Anche se ci sono Recensioni o feedback negativi, conviene evitare l’acquisto.
  9. Mai rispondere a persone che chiedono di completare l’affare con un messaggio privato. Sono nate così truffe come quella della Postepay, dove persone ignare credevano di richiedere un pagamento e invece stavano ricaricando la carta del truffatore.