Donald Trump mette in vendita il suo hotel: ecco a quale cifra

Donald Trump mette in vendita il suo hotel: ecco a quale cifra

Un maxi hotel di Trump è stato messo in vendita per una cifra record. Ma per quale motivo?

Tutti conoscono Donald Trump, un personaggio che negli ultimi anni è stato protagonista di fatti ed eventi di rilievo internazionale. Da decenni gode di un’elevata fama negli States e, a seguito della sua elezione come Presidente degli Stati Uniti, è diventato famoso in tutto il globo. Anche e soprattutto per le sue posizioni politiche, definite dagli osservatori come populiste, protezionistiche e nazionaliste.

Le ultime notizie su Donald Trump: vende un suo maxi-hotel

Una recente notizia che lo riguarda non passa certo inosservata. Infatti, la Trump Organization ha recentemente raggiunto un accordo per vendere il maxi hotel della catena Trump, situato a Washington. La cifra dell’operazione è colossale: si parla infatti di 375 milioni di dollari per un hotel di 263 camere.

In particolare, la notizia è stata pubblicata dal Wall Street Journal, citando varie fonti, secondo le quali la società di famiglia di Donald Trump effettuerà la cessione dei diritti sulla proprietà a CGI Merchant Group.

Entro breve tempo, la scritta Trump sarà eliminata dall’albergo che si trova a meno di un chilometro e mezzo dalla Casa Bianca.

Hotel di Trump in vendita: il motivo alla base della scelta della Trump Organization

L’edificio non è di recente costruzione: è stato edificato circa 120 anni fa e ora cambierà nome. Sarà chiamato «Waldorf Astoria», mentre la gestione spetterà al notissimo gruppo Hilton, una delle più grandi catene alberghiere al mondo, presente in decine e decine di paesi.

Ma perchè Donald Trump avrebbe deciso di vendere una struttura così prestigiosa? Interrogativo che si pone in relazione alla scelta di un imprenditore, noto per il provenire anche da una storia familiare di imprenditoria nel settore immobiliare.

La risposta potrebbe, però, non essere difficile da dare ed essere più semplice di quanto si si possa immaginare. Come reso noto dalla Bbc, un’indagine del Congresso USA ha scoperto che il maxi albergo ha registrato una perdita di più di 70 milioni di dollari nel periodo coincidente con la presidenza del magnate americano.

Da notare che la Trump Organization aveva aperto l’hotel al pubblico nel settembre 2016, ed in soli 3 anni - ossia già a partire dal 2019 - si era messa alla ricerca di potenziali acquirenti, a cui vendere un edificio certamente non a portata di tutte le tasche.

Hotel di Trump in vendita: le attività dell’imprenditore in breve

Donald Trump è un personaggio tanto influente quanto curioso, anche per i modi non di rado stravaganti e poco formali. Nato e cresciuto nel Queens, quartiere di New York, è figlio del facoltoso imprenditore Fred Trump. Ha frequentato la Fordham University e, in seguito, la Wharton School of the University of Pennsylvania, in cui si è laureato come baccelliere in economia nel 1968.

Nel 1971 divenne presidente dell’azienda paterna, la Elizabeth Trump & Son, che poi prese il nome di Trump Organization. Egli ha avuto il merito di allargare gli ambiti di attività dell’azienda, edificando grattacieli (tra cui la famosa Trump Tower), moltissimi alberghi di prestigio (tra cui il Trump International Hotel and Tower), casinò, campi da golf e altri edifici degni di nota.

Inoltre, Donald Trump ha messo su diverse altre aziende ed agenzie, tutte collegate alla Trump Organization, come la Trump Model Management e la Trump Mortgage.