Autore: Redazione AdnKronos

Mixcycling, materiali green alternativi alla plastica

AdnKronos - sostenibilita world-in-progress

Roma, 14 ott. (Adnkronos) - Pet toys in crusca e sughero, cosmetici e tappi per bottiglie 100% plastic free, piatti e bicchieri usa e getta biodegradabili, mobili e interni per automobili in materiale completamente ecologico e una nuova linea di bioplastica, ricavata da insetti e crostacei. C’? questo e altro ancora nella produzione, presente e futura, di Mixcycling, spin-off della storica azienda vicentina di tappi Labrenta, da oltre 45 anni sul mercato, nato a febbraio 2020.

Mixcycling è una startup innovativa che sviluppa materiali sostenibili fondendo insieme, attraverso un processo brevettato, fibre vegetali, tratte per lo più da scarti di produzione agro-industriale, con bioplastiche da fonti rinnovabili o polimeri riciclati e ottenendo così biocompositi di nuova generazione, alternativi alla plastica convenzionale da fonti fossili, idonei per essere impiegati in diverse tecnologie industriali già in uso, come la stampa a iniezione, estrusione e stampa 3D a granulo e nei settori di packaging, cosmetica, arredamento e automotive.

Forte del successo che sta riscuotendo dalla sua campagna di Equity Crowdfunding suCrowdFundMe, piattaforma di Crowdinvesting (Equity Crowdfunding, Real Estate Crowdfunding e Corporate Debt) quotata a Piazza Affari, che si concluderà tra un mese e che ha già più che raddoppiato il primo obiettivo economico di 150mila euro, raccogliendone quasi 350mila, la startup di si prepara a lanciare, entro l’autunno, una nuova linea di giochi per cani, a marchio proprietario, in collaborazione con Livingcap Srl (azienda di tappi per imbottigliamento) e sta portando avanti due importanti collaborazioni con aziende italiane del ramo cosmetico, iniziate lo scorso febbraio, con una produzione iniziale di 5.000 kg/mese di materiale e poi interrotte per l’emergenza Covid-19.

È inoltre entrata nel settore della stampa 3D a granulo, lavorando con Superforma Srl Wasp Hub Milano e ha appena avviato la fase di test e sperimentazione per creare una bioplastica biodegradabile proprietaria estratta da insetti e crostacei: al momento sta effettuando test preliminari di prototipazione in collaborazione con e per conto di aziende dei settori packaging, cover per e-device, componenti per biciclette, protezioni per automotive, sedie da interno, monouso (attualmente in corso).