Sanremo, i Maneskin accusati di plagio. Arriva il comunicato ufficiale dell’etichetta

Sanremo, i Maneskin accusati di plagio. Arriva il comunicato ufficiale dell'etichetta

I Maneskin, secondo alcuni, avrebbero copiato una canzone del 2015 di Laszlo. Dopo ore di polemiche, la Sony ha rilasciato un comunicato stampa per chiarire la questione.

Nelle ultime ore gli appassionati di musica italiana hanno discusso vivacemente circa le presunte somiglianze tra il brano portato dai Maneskin a Sanremo 2021 e una canzone del 2015.

Somiglianze sì o no?

La prima si intitola “Zitti e buoni” ed è la chance che il gruppo di rock italiano si sta giocando per vincere l’edizione corrente del Festival. La seconda si intitola “F.D.T.” e l’autore è Anthony Laszlo. Attualmente il video ufficiale su YouTube ha circa 80.000 visualizzazioni.

Eppure sui social qualcuno aveva accusato il gruppo rock di aver ‘plagiato’ la canzone “FDT”. Nel corso della mattinata di oggi la polemica ha raggiunto anche i ‘piani alti’, tanto che la Sony, la casa discografica dei Maneskin, ha fatto effettuare una perizia per avere la certezza che la band non avesse plagiato nessuno.

La perizia

L’ufficio stampa della band ha smentito totalmente i rumours circolati nelle ultime ore, affermando che “non vi è presenza” di plagio melodico sulla linea vocale e nemmeno strumentale. La conferma arriva da una perizia tecnica effettuata dagli esperti di Sony.

Il tutto è nato per la coincidenza dell’uso delle tre parole “fuori di testa”, ad ogni modo ritenuto “elemento insufficiente”. Nel comunicato ufficiale viene spiegato in dettaglio anche come nella canzone del 2015 ci sia una pausa di un ottavo, mentre su “Zitti e buoni” la pausa non sussista. Non solo: nella prima l’artista pronuncia “vado”, nella seconda è “sono”.

Dello stesso avviso è anche la Rai: i consulenti del Festival hanno confermato che il plagio non sussiste. “Né melodico, né armonico, né strutturale”, affermano.

Il vicedirettore di Rai 1 Claudio Fasulo ha archiviato la faccenda dichiarando che “melodia e incipit dei due brani sono totalmente diversi”. Per cui, salvo clamorose novità, la polemica può considerarsi chiusa qui.

LEGGI ANCHE: Sanremo, nuovo positivo al Covid: scatta il protocollo di sicurezza