Autore: Martina Bianchi

Pensione

13
Mag

Pensione: cos’è in realtà e chi l’ha inventata?

Si parla tanto di pensione ma in cosa è in realtà la pensione, quando fu introdotta in Italia e chi la inventò per primo?

La pensione è un’obbligazione, ovvero un rapporto giuridico per il quale il debitore è tenuto a ricevere una determinata prestazione dal creditore. Il termine obbligazione viene utilizzato prevalentemente per obblighi che hanno per oggetto somme di denaro.
La pensione, quindi, è un credito che ognuno di noi ha nei confronti dello Stato. Come per chi investe in titoli, quindi, quando versiamo i contributi stiamo prestando all’INPS delle somme di denaro con la promessa che ci saranno restituite alla “scadenza del titolo”, ovvero quando matureremo il diritto all’accesso alla prestazione.
Il sistema previdenziale italiano è obbligatorio ed è finanziato con una vera e propria imposizione fiscale.

Pensione cosa è

La pensione, quindi, è una rendita vitalizia (o temporanea come nel caso dell’assegno ordinario di invalidità soggetto a revisione) corrisposta al contribuente dall’ente cui sono stati versati i contributi. Una volta liquidata la pensione vitalizia (pensione di vecchiaia o anticipata) dura fino al decesso del soggetto beneficiario e il suo costo dovrà essere sostenuto dall’ente cui sono stati versati i contributi (nella maggioranza dei casi si tratta dell’INPS).
La pensione in Italia è prevista dalla stessa costituzione all’articolo 38, anche nei casi in cui non sono versati contributi: in questo caso si tratta di una prestazione assistenziale per la quale entra in gioco lo Stato sociale.
La finalità della pensione, sia previdenziale che assistenziale, è quella di garantire le esigenze di vita dell’assicurato in età avanzata o a causa di invalidità: quando, quindi, non è più nelle condizione di lavorare e provvedere al proprio sostentamento.
La pensione è regolata da specifiche leggi: l’assicurato nel momento che inizia a versare contributi, infatti, non firma alcun contratto ma è obbligato per legge a continuare a versarli per tutta la sua vita lavorativa.
Le pensioni erogate in Italia sono di diversi tipi e possiamo riconoscere:

  • pensione di vecchiaia
  • pensione anticipata (nella quale rientrano diverse misure previdenziali)
  • pensione di invalidità
  • pensione di reversibilità o ai superstiti
  • pensione sociale (assegno sociale)
  • pensione di guerra.

Per chi non riesce a raggiungere i requisiti per accedere ad una forma pensionistica lo stato eroga l’assegno sociale ma solo in caso di provato stato di bisogno economico.

Pensione: chi l’ha inventata?

Erroneamente si pensa che in Italia la pensione sia stata introdotta da Mussolini, ma in realtà sotto il potere di Mussolini fu istituito l’INPS mentre la pensione era un istituto che già esisteva dal 1898 con la Cassa Nazionale di Previdenza per l’invalidità e la vecchiaia degli operai: nel 1919 l’iscrizione a questo istituto era obbligatoria e nel 1933 la cassa fu trasformata in INPS.
Chi fu il primo a inventare la pensione? Otto Von Bismark che nel 1889 promulgò per primo una legge che garantiva ai lavoratori la pensione.