Guerra in Ucraina, Soltenberg (Nato): «Potrebbe durare anni»

Guerra in Ucraina, Soltenberg (Nato): «Potrebbe durare anni»

Il segretario generale della Nato ha parlato in un’intervista rilasciata al quotidiano tedesco Bild

Secondo il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg la guerra in Ucraina potrebbe durare «per anni». Lo ha dichiarato nel corso di un’intervista rilasciata al quotidiano tedesco Bild.

Stoltenberg invita a sostenere l’Ucraina

L’ipotesi resta, ovviamente, legata anche all’impegno dell’Alleanza Atlantica nel sostenere concretamente Kiev nel suo sforzo difensivo. Proprio su questo punto l’esponente della Nato ha suggerito di «non indebolire il sostegno», seppur questo corrisponda a costi ingenti. «Non solo - ha chiarito - in termini di supporto militare, ma anche a causa della crescita dell’energia e dei generi alimentari».

Guerra in Ucraina: il rischio di costi maggiori di quelli attuali con affermazione russa

Secondo il segretario generale della Nato il prezzo da pagare è comunque inferiore rispetto ad altre due situazioni. In primis le spese sostenute per cibo e carburante sono da considerare minori rispetto a ciò che l’Ucraina paga con il suo impegno in prima linea. Inoltre secondo Stoltenberg, qualora la Russia riuscisse a raggiungere i suoi obiettivi in Ucraina ci sarebbero «da pagare un prezzo ancora maggiore».

Armi moderne all’Ucraina per difendersi

Da Kiev le richieste di supporto hanno, sin da subito, corrisposto alla richiesta di forniture militari. L’Ucraina, da tempo, richiede soprattutto armi a lungo di raggio, per avere la possibilità di difendersi in una guerra che ormai viene considerata prevalentemente «di artiglieria». Aiutare l’Ucraina è la direzione indicata dal segretario generale della Nato. «Con armi moderne - ha aggiunto Stoltenberg - le probabilità che l’Ucraina sia in grado di respingere truppe di Putin in Donbass aumenterebbero».

Il supporto militare degli Usa

Gli Stati Uniti proseguono nel loro sostegno all’Ucraina con armi. La parlamentare ucraina Kira Rudik in un tweet ha fornito una lista di strumenti bellici che Washington sta mettendo a disposizione di Kiev. Ha parlato in particolare di 1400 Stinger, sistemi missilistici per la contraerea leggera e 6500 Javelin, armi anticarro. «Nella lista - ha aggiunto - ci sono anche sistemi anti-blindato, droni Switchblade, obici, elicotteri Mi-17, sistemi Harpoon»

Ultime Guerra in Ucraina, Zelensky: «Non cederemo il Sud a nessuno»

Nelle ultime ore Volodymyr Zelensky ha dichiarato che l’Ucraina non cederà il Sud a nessuno. Lo ha fatto in un video messaggio, arrivato a poche ore dalla sua visita nella parte meridionale del Paese. Lì ci sono centri strategici dal punto di vista economico, a partire dai porti sul Mar Nero. «Restituiremo - ha detto - tutto ciò che è nostro e il mare sarà ucraino e sicuro».

Il presidente ha rivelato di aver parlato con i militari impiegati su quel fronte. Ha detto di aver visto fiducia in loro e di non avere dubbi del fatto che l’Ucraina riuscirà a vincere la guerra.