Giovane donna partorisce in ambulanza, il marito: «Che emozione, mia figlia una forza della natura»

Giovane donna partorisce in ambulanza, il marito: «Che emozione, mia figlia una forza della natura»

Una bambina è nata in ambulanza, dalla paura alla gioia

Un’emozione grandissima per una giovane coppia, una donna ha partorito in ambulanza. La piccola è venuta al mondo a pochi chilometri da casa, nella giornata in cui, in tutto il mondo, si celebravano i diritti dei bambini.

Sembrava una scena di un film, mentre il papà Luca scortava l’ambulanza del 118 sulla strada per raggiungere l’ospedale di Chieti da Alanno, la moglie Alessia dava alla luce la loro seconda figlia. Alle 23.45 di sabato 20 novembre 2021 è nata Sole Odoardi, proprio nel giorno in cui scoccava la sua quarantesima settimana di gestazione.

Qualche ora prima Alessia aveva eseguito i tracciati ed avevano indicato un parto non imminente. Per questo motivo era ritornata a casa ad Alanno, in provincia di Pescara, convinta di dover attendere ancora qualche altro giorno per poter vedere la sua bambina. E invece non è andata così.

Il marito Luca Odoardi, emozionato, ha raccontato: «Ero a lavoro, intorno alle 23 ho ricevuto una telefonata di mia madre che mi diceva di tornare a casa perché era giunto il momento del parto. Dopo pochi minuti raggiungo Alessia per accompagnarla in macchina in ospedale. Solo il tempo di percorrere qualche chilometro e abbiamo capito che la bimba stava per nascere. Mi fermo e chiamo il 118 che arriva dopo pochi minuti da Scafa e prende in carico Alessia sull’ambulanza. Riprendiamo quindi la strada verso l’ospedale, io davanti e l’ambulanza subito dietro.»

Bimba nasce in ambulanza, il papà: «Mia figlia una forza della natura»

Poi, con il cuore in gola, si accorge che l’ambulanza non lo segue più. Si era fermato in aperta campagna. La loro bambina stava per venire alla luce. Non c’era più tempo.

«Torno indietro, raggiungo l’ambulanza, e subito intravedo la testolina di mia figlia. Che emozione fortissima! Tremo di gioia, al solo racconto. Alessia è stata bravissima e coraggiosa, nostra figlia una forza della natura! Mamma e bimba hanno mostrato tutta la loro tenacia assistite dai sanitari che non finirò mai di ringraziare, in particolare l’infermiere in servizio Francesco Iacovone che è stato un angelo».

E così, dopo il parto in ambulanza nella località Sperduto, praticamente in aperta campagna, il messo riprende il viaggio verso il Policlinico di Chieti. Alessia e la nuova arrivata Sole, entrano al pronto soccorso della Santissima Annunziata dove viene reciso il cordone ombelicale.

La giovane mamma e la bimba sono state trasferite nella Clinica ostetrico-ginecologica diretta dal professore Marco Liberati per effettuare i controlli. Tutto è andato bene. Entrambe stanno bene, sono in buona salute. Possiamo dire che il miracolo della vita è stato compiuto. La piccola Sole è nata intorno a mezzanotte e pesa 3,250 kg. È stata accolta con meraviglia dalla sua famiglia, mamma Alessia, papà Luca e la sorellina Elena di 3 anni che ha potuto conoscerla subito attraverso una videochiamata.