Autore: Luigi Crescentini

Concorsi pubblici

Concorsi pubblici: bando per l’assunzione di 67 operatori ecologici, autisti e impiegati

Arrivano i bandi per la partecipazione ai concorsi pubblici, per l’assunzione a tempo indeterminato di operatori ecologici, autisti e impiegati, anche con licenza media.

In arrivo i bandi riguardanti il concorso pubblico volto all’assunzione, a tempo indeterminato, di 67 operatori ecologici, autisti e impiegati. Le selezioni verranno effettuate su vari profili, alcuni dei quali richiedono un titolo di studio specifico come la laurea o il diploma, per altri, invece, è necessaria soltanto la licenza media.

I candidati potranno presentare la domanda di partecipazione al concorso entro il ventesimo giorno dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale che dovrebbe arrivare entro breve termine.

Intanto vediamo in dettaglio quali saranno gli incarichi disponibili da ricoprire.

  • 10 Autisti. Titolo di studio richiesto: licenza media
  • 1 Responsabile Ufficio Legale. Titolo di studio richiesto: laurea in giurisprudenza.
  • 1 Ingegnere Trattamento Rifiuti. Titolo di studio richiesto: laurea magistrale in ingegneria.
  • 1 Ingegnere Esperto Gestione e Programmazione Ambientale. Titolo di studio: laurea Magistrale in ingegneria.
  • 11 Impiegati Ispezione e Controllo del Territorio, (ispettori ambientali). Titolo di studio richiesto: Diploma di scuola superiore.
  • 41 Operatori ecologici. Titolo di studio richiesto: licenza media.
  • 1 Responsabile Ufficio Contabilità. Titolo di studio: laurea in economia e commercio.

Concorsi pubblici: ecco quali sono i requisiti per poter partecipare

Per quanto riguarda i requisiti richiesti per partecipare al concorso è necessario che il candidato sia in possesso di:

  • cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell’Unione Europea ad eccezione degli autisti e degli operatori ecologici a cui rientrano anche altre categorie.
  • possa godere dei diritti civili e politici.
  • possegga Idoneità psicofisica alle mansioni definite nel bando di concorso
  • il candidato non deve essere stati destituito o dispensato dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per rendimento insufficiente, o per aver conseguito l’impiego attraverso l’utilizzo di documenti falsi o di invalidità non sanabile.

Bandi e concorsi pubblici: novità e cambiamenti sulle modalità di partecipazione

Ricordiamo che, secondo quanto pubblicato dalla Pubblica Amministrazione, sono in programma dei consistenti cambiamenti in merito alla modalità di presentazione della domanda di partecipazione.

E’ stato emesso, infatti, un bando-tipo che spiega quali novità sono in programma per quanto riguarda le modalità di partecipazione ai concorsi. In particolare, cambieranno le prove scritte e anche quelle orali che potrebbero essere fatte anche in videoconferenza. La prova scritta e la prova preselettiva si svolgeranno in sedi decentrate e con modalità informatica.

La prova orale, invece, consisterà sempre in un colloquio finalizzato alla valutazione delle capacità professionali del candidato e svolta anch’essa tramite videoconferenza. Dunque, potremo dire addio alla sede unica perché arriveranno i Pta (Poli territoriali avanzati).

Come è stato annunciato dalla ministra della Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone, ogni candidato dovrà essere necessariamente munito di SPID per poter partecipare ai prossimi concorsi pubblici. Lo SPID, come sappiamo, è il sistema digitale che permette il riconoscimento, con tutte le credenziali necessarie per poter accedere ai servizi online forniti dalla Pubblica amministrazione.