Autore: Marilyn Aghemo

Natale

Che cos’è il calendario dell’avvento? Ecco perché tutti dovremmo averne uno

Conoscete tutti il calendario dell’avvento? Ecco la sua storia e perché oggi è così diffuso! Scopriamolo insieme.

Il calendario dell’avvento è un simbolo della tradizione natalizia, che parte dal primo dicembre di ogni anno. Per ogni giorno un piccolo regalo, anche se oggi la tradizione si estende anche ai brand più famosi. Vediamo insieme le sue caratteristiche.

Che cos’è il calendario dell’avvento?

Quando si parla di calendario dell’Avvento ci si riferisce ad una tradizione di Natale dove ogni giorno del mese di Dicembre corrisponde ad una casella che di solito contiene un regalino.

Viene trovato in ogni parte del mondo, ognuno con le proprie caratteristiche, attirando soprattutto l’attenzione dei bambini. Esistono le versioni green fai da te oppure quelle già confezionate con all’interno giocatoli, dolcetti, messaggi e quant’altro. Le declinazioni sono tantissime e molte persone optano anche per tanti sacchettini sparsi per la casa ognuno dei quali identificato dalla data precisa che va man mano a salire.

Insomma, una vera e propria tradizione in grado di attirare adulti e piccini (anche se nella maggior parte dei casi si saltano le caselline per prendere tutti i regali in anticipo).

Nonostante si possa credere che questo calendario popolare abbia una storia molto antica, in realtà è stato creato non più di 100 anni fa, ai primi del 1900. Fu Gerhard Lang nel 1908 a mettere in vendita un piccolissimo calendario in cartone fatto a mano che aveva degli sportellini: al suo interno tutti i bambini ogni giorno potevano trovare disegni, preghiere oppure angeli. Una idea presa da una tipica tradizione tedesca che vede la preparazione di 24 sacchettini dove in ognuno veniva messo ogni tipo di dolciume. L’idea di Lang è stata sin da subito un grandissimo successo copiato poi in varie forme.

Ma come gli è venuta in mente? Semplice, la storia racconta che da piccolo fosse solito lamentarsi per tutto dicembre chiedendo alla madre quando sarebbe arrivato il Natale. Lei, per non sentirlo, attuò la tradizione dei sacchettini magici con sorprese che lui ha poi reso anni dopo più semplice e compatto.

Leggi anche: Natale 2020, come decorare la tavola

Negli anni, come accennato, questo calendario è stato personalizzato e idealizzato in moltissime forme, non più solo per i piccini.

Il marketing e i grandi brand

Se una volta questa tradizione abbracciava solo una determinata fede religiosa per aiutare i bambini ad aspettare il Natale con più pazienza, ora sta diventando una vera mossa di marketing. Tutti i brand nazionali ed internazionali creano il calendario dell’avvento personalizzato: che siano elettrodomestici, buoni regalo, cibo oppure make up tutto il mese di dicembre ruota intorno a questo gioco.

Non solo fisici ma anche calendari avvento virtuali: con la predominanza dell’era tecnologia è sempre più in auge trasformare quello che una volta era in semplice cartone, in un concorso con i premi che si “nascondono” all’interno delle caselle.

Comunque si presenti è sempre una tradizione di cui nessuno può fare a meno!