Autore: Elisa Cardelli Ceroni

Viaggi

Barocco in Italia: le chiese da visitare

In Italia esistono numerose chiese barocche che sono un esempio perfetto di questo stile architettonico. Se siete amanti del Barocco dovete visitare queste strutture almeno una volta nella vita.

L’architettura barocca si è sviluppata nel XVII secolo dopo il periodo rinascimentale. Il termine barocco era inizialmente utilizzato in modo dispregiativo e voleva indicare la mancanza di ordine e di regolarità nelle strutture realizzate con questo stile.

Il barocco impiega infatti linee curve e sinuose, realizzate allo scopo di creare stupore in chi guarda. Il Barocco in Italia è rappresentato da numerose chiese molto note e visitate anche dai turisti stranieri, scopriamo quali sono le mete imperdibili per gli amanti di questo stile architettonico.

Basilica di San Pietro, Città del Vaticano

La Basilica di San Pietro è una delle più grandi chiese del mondo e certamente la più famosa d’Italia. Nel 1506 ebbe inizio la sua costruzione che si concluse nel 1626. Questa basilica vanta un mix tra stile barocco e stile rinascimentale. A realizzare questo capolavoro di architettura, simbolo del Vaticano da sempre, hanno partecipato numerosi artisti di prim’ordine come Raffaello, Bramante, Bernini e Michelangelo.

Basilica di Sant’Antonio, Veneto

La Basilica di Sant’Antonio da Padova è stata realizzata nel 1232 e presenta un mix armonioso di stili architettonici tra cui barocco, rinascimentale, bizantino e gotico. La chiesa è stata nei secoli una importante meta di pellegrini perché al suo interno sono conservati i resti di Sant’Antonio.

Duomo di Lecce, Puglia

Il Duomo di Lecce è stata costruita nel XII secolo e rappresenta un esempio perfetto di barocco italiano. Una prima cattedrale è stata realizzata nel 1144 ed è poi stata rinnovata in stile romanico nel 1230. La chiesa che possiamo ammirare oggi è la terza ricostruzione della chiesa, infatti nel 1659 il vescovo ha affidato all’architetto «lo Zingarello» il compito di realizzare una chiesa in stile barocco leccese su quella precedente.

Duomo di Amalfi, Campania

Il Duomo di Amalfi, conosciuto come Cattedrale di Sant’Andrea, è la più importante chiesa della famosa città campana. È stata costruita nel 987 utilizzando stili architettonici differenti tra cui romanico, rococò, neomoresco e barocco. Il Duomo è composto in realtà da due chiese distinte, entrambe a tre navate, che sono state unificate agli inizi del XIII secolo per realizzare l’immensa Cattedrale che conosciamo oggi.

Cattedrale di Palermo, Sicilia

La Cattedrale di Palermo, conosciuta anche come Cattedrale metropolitana di primaziale della Santa Vergine Maria Assunta, è un capolavoro di architettura che nessuno dovrebbe perdersi. Costruita intorno al 1185, la Cattedrale vanta un mix di stili architettonici tra cui romanico normanno, neoclassico, gotico e anche barocco. Dal 2015 fa parte del patrimonio dell’UNESCO e chiunque visiti il capoluogo siculo non dovrebbe perdersi la sua chiesa principale.

Basilica di Superga, Piemonte

La Basilica di Superga si trova sull’omonimo colle che sorge a nord-est di Torino. È stata costruita su ordine di re Vittorio Amedeo II come ringraziamento alla Vergine Maria per la vittoria del suo regno sui francesi nel 1706.Questa chiesa è un esempio perfetto di architettura barocca, ma purtroppo è tristemente nota per la tragedia aerea avvenuta nel 1949 quando il “Grande Torino” si schiantò sul retro della Basilica.