Autore: Ilaria Roncone

Attentato - Francia

13
Dic

Antonio Megalizzi, ultime news: le condizioni di salute del giornalista ferito a Strasburgo

Sembrano irreversibili, attualmente, le condizioni di Antonio Megalizzi, il giovane reporter italiano che è stato gravemente ferito nell’attentato a Strasburgo di martedì 11 dicembre.

Le condizioni di Antonio Megalizzi, giovane reporter italiano ferito nell’attentato di Strasburgo, sono purtroppo molto gravi. I medici si sono presi 48 ore per valutare le condizioni del ragazzo e decidere se staccare la spina. Queste è ciò che ha fatto sapere Danilo Moresco, padre di Luana, la fidanzata di Antonio Megalizzi che insieme a lei si trova a Strasburgo per stare vicino ad Antonio e alla sua famiglia: “Sono stato ieri sera in ospedale a Strasburgo, la situazione è stabile, stazionaria. Antonio è in coma farmacologico. Non è cambiato nulla nelle ultime ore. Confermo che Antonio è stato colpito alla testa da un proiettile ma non sono riuscito a capire bene dove, perché è bendato e ha solo il viso scoperto”, ha spiegato l’uomo.

Antonio Megalizzi, il giornalista italiano è in coma farmacologico

Poche e strazianti le parole che il Corriere del Trentino è riuscito a raccogliere da parte del padre del giornalista italiano rimasto gravemente ferito nel corso dell’attentato a Strasburgo dell’11 dicembre: "Come si può essere forti in un momento così? È durissima, Antonio è in coma, in coma. Non riesco nemmeno a parlare dal dolore".
Il giovane, 28 anni, è stato colpito da un proiettile che ora rimane alla base del cranio, vicino alla sua spina dorsale. Le sue condizioni sono gravissime e stazionarie: "Antonio è stazionario in coma farmacologico, ci sono da attendere 48 ore per capire se reagisce, quindi tutto oggi e tutto domani", così ha parlato il padre di Luana, la fidanzata.

Continua la caccia all’uomo, che ha minacciato anche le amiche di Antonio

Intanto prosegue la caccia all’uomo in tutta Europa. Si tratterebbe del 29enne Cherif Chekatt, definito “armato e pericoloso” e in fuga. L’allerta è in tutta l’area Schengen, Italia compresa.
Antonio Megalizzi, che lavora alla radio ’Europhonica’ e che proprio per lavoro si trovava a Strasburgo, si è trovato davanti il killer che gli ha piantato una pallottola in testa in una posizione definita inoperabile dai medici. Era nel posto sbagliato al momento sbagliato, Antonio, così come le due amiche e colleghe con cui si trovava ai mercatini.
“Ce lo siamo trovato di fronte”, queste le parole delle due colleghe di Antonio, Caterina Moser e Clara Stevanato ad Adnkronos. “Quell’uomo si è fermato, si è appoggiato al muro e ha preso la mira puntandoci la pistola alla testa. Era freddo, lucido". Le due ragazze, ancora comprensibilmente sconvolte da quanto accaduto, hanno raccontato che al momento dell’attentato si trovavano con Antonio e un altro ragazzo polacco. Si sono trovati tutti quanti il terrorista di fronte all’improvviso. La reazione è stata quella di scappare, ma una delle pallottole sparate ha raggiunto Antonio.

Aperto un fascicolo dalla procura di Roma

Adnkronos ha provato a raggiungere telefonicamente Luana, la fidanzata di Antonio, ma la giovane ha detto di non voler parlare tra le lacrime. La ragazza, insieme ai genitori e alla sorella di Antonio, si trova ancora a Strasburgo a vegliare su di lui. Intanto a Roma la procura ha aperto un fascicolo sulla questione ipotizzando i reati di strage e attentato con finalità di terrorismo.
Su Twitter ha espresso il suo cordoglio il premier Giuseppe Conte: "Sono profondamente addolorato per le condizioni di salute critiche del nostro connazionale Antonio Megalizzi, ferito gravemente nell’attentato di Strasburgo. Seguo con apprensione l’evolversi delle sue condizioni ed esprimo la mia vicinanza ai familiari".