Autore: Francesca Cavaleri

Banche

Libretto ordinario o smart di Poste Italiane: cosa scegliere?

Poste italiane offre diverse soluzioni per i libretti di deposito. Ordinario e Smart, tutte le differenze di questi prodotti presenti sul mercato.

Il libretto ordinario e il libretto Smart sono due soluzioni di deposito che Poste Italiane offre alla propria clientela. Probabilmente, la seconda soluzione, è riservata ad un pubblico più «tecnologico», visto che molte operazioni sono fattibili attraverso il proprio smartphone. Il libretto ordinario, è magari una soluzione più tradizionale, per una tipologia di cliente più classica. Vediamo i dettagli dei due prodotti e le eventuali differente.

Libretto ordinario o smart: largo alla digitalizzazione

Il libretto di risparmio Smart è tutto digitale. E’ possibile aprirlo in circa un’ora ed accedere ad un mondo di servizi. Con il libretto Smart è possibile avere un rendimento più elevato. Inoltre, si può gestire i risparmi online, sia su poste.it che su App Banco Poste e bancomat con la carta libretto connessa.

Con il libretto Smart è possibile trasferire, attraverso un bonifico, i propri risparmi da libretto a conto corrente e viceversa. Ed ovviamente da lì, poter gestire i propri pagamenti, bonifico o accrediti. Tutto si forma digitale senza muoversi da casa.

Libretto ordinario o smart: l’offerta super smart

L’offerta supersmart permette di ottenere un tasso di interesse, in termini di rendimento, più elevato. Per sottoscriverla, basta aver accantonato almeno una cifra pari a 1.000 euro. E’ possibile attivare questa promozione solo i possessori di libretto smart. Il tasso di rendimento è pari a 0.40%. L’arco temporale in cui il denaro deve restare vincolato è di 360 giorni.

Chi aderisce a questa super promo smart, può utilizzare il simulatore online. Basta inserire l’importo che si ha o che si vuole destinare a questo tipo di investimento, e con un semplice click, conoscere il guadagno a scadenza naturale. E’ possibile attivare l’opzione sia sul sito, ma anche a sportello. Inoltre, se il consumatore dovesse ripensarci, può disattivare, in anticipo, l’intero importo del singolo accantonamento.

Libretto ordinario o smart: il libretto ordinario

Il libretto ordinario è garantito dallo Stato italiano. E’ possibile accreditare anche la pensione direttamente sul libretto. Inoltre, è prevista anche un’assicurazione fino a 700 euro, sul furto del contante, in caso di prelevamento. Possiamo definirlo il deposito perfetto per le famiglie. Sugli interessi maturati vi è una ritenuta del 26%.

Il libretto ordinario si può aprire solo tramite sportello postale con i propri documenti di identificazione. Il libretto ordinario ha un rendimento basso (0.001%), ma del resto, le somme sono sempre disponibili ed utilizzabili in qualsiasi momento. Il libretto ordinario può essere intestato sia a persone fisiche che a persone giuridiche. Nel caso di persone, può essere intestato ad un massimo di quattro persone. Nel caso di persone fisiche è prevista un’imposta di bollo di 34,20 euro. Mentre per le persone giuridiche l’imposta è di 100 euro.

Libretto ordinario o smart: per entrambi la Carta libretto

La carta libretto è una carta che permette di prelevare o versare direttamente su libretto. E’ disponibile sia per libretto ordinario che per libretto smart. Grazie alla carte libretto si può incrementare il proprio capitale deposito, da tutti gli sportelli. Inoltre, con la carta libretto si può: controllare il saldo della propria lista movimenti, prelevare contante, riceve o effettuare operazioni di giroconto sul proprio conto libretto smart.