Autore: Irene Mancuso

Moda - Giappone - Curiosità - Sfilate

8
Giu

Kodo Nishimura: tra sacro e profano

In Giappone un ragazzo si divide tra la sua passione per il make up e il buddismo!

Kodo Nishimura ha 26 anni, è nato a Tokyo ed ora vive a New York, dove lavora come make up artist di successo. Ha un sito personale con il quale accattiva la sua clientela, tanto da aver lavorato come truccatore per le concorrenti di Miss Universo.

Un tuffo nel passato

Ciò che incuriosisce di più nella storia di Kodo è la sua doppia vita, divisa tra il mondo glamour della moda e del trucco, e quello della religione. A soli 8 anni infatti è stato educato in un tempio buddista e nel 2015 è diventato ufficialmente monaco.

La sua duplice natura lo ha portato spesso a contemplare l’idea che dovesse esser solo un monaco, dal momento che la filosofia buddista abbraccia l’idea della semplicità nella scelta del vestiario così come nello stile di vita. Ma proprio grazie all’ampia visione del buddismo e ancor più del suo mentore, che Kodo ha deciso di proseguire perché:

non c’è nulla di sbagliato se ti aiuta a consegnare il tuo messaggio alla gente.

Seguire le proprie orme

Tenendo a mente l’incoraggiamento del suo mentore, Kodo ha seguito l’istinto, e ha capito che la sua strada sarebbe stata anche quella del make up quando, ritrovandosi ad aiutare un’amica con il trucco, si è entusiasmato nel vederla così realizzata e felice.
Da lì in poi la bravura e tenacia di Nishimura lo hanno aiutato nella scalata al successo, portandolo a truccare le aspiranti Miss del concorso Miss Universo e tante altre celebrità.

Che si trovi a New York o in Giappone è considerato un’icona della comunità LGBT, grazie anche alla rivista giapponese Out In che lo ha immortalato.
E’ proprio in quell’occasione che Kodo racconta di aver conosciuto diverse persone transgender, che non esitavano a chiedere consiglio.

La filosofia buddista da una parte e la passione per il suo lavoro hanno incentivato il truccatore ad aiutare chiunque ne avesse bisogno. Nishimura ha infatti organizzato una serie di seminari gratuiti di trucco per la comunità LGBT affermando che:

come monaco buddhista io voglio che tutti vivano la propria esistenza in armonia. Io credo che il make-up sia uno degli strumenti per rendere te stesso felice, e se sei felice, diventa più facile risultare più empatici. In quel senso, penso sia un buon collegamento.

La forte personalità di Kodo si rivela anche sui social, basta dare un’occhiata alla sua pagina Instagram o al suo omonimo sito.