Autore: Francesco Menna

Formula 1

28
Set

F1, GP Russia: quarta pole consecutiva per Charles Leclerc

Charles Leclerc porta la Ferrari ancora in pole position, ma Vettel c’è: è terzo a 20 millesimi da Vettel

Si sono concluse le qualifiche del Gran Premio di Russia di Formula 1 ed è Charles Leclerc a mettersi in pole position per la quarta volta consecutiva. Il distacco dal secondo, cioè Lewis Hamilton, è di 4 decimi e dietro, per poco più di 20 millesimi c’è Sebastian Vettel in terza posizione, molto probabilmente condizionato dal piccolo errore fatto nel primo settore.

GP Russia, qualifiche: Leclerc in pole

Dopo una sessione di prove finali di grande successo, la Ferrari è uscita presto nelle qualifiche per completare la prima sessione il più presto possibile. Dopo i tempi di entrambi i piloti Williams, Leclerc è andato più veloce con le gomme soft. Vettel è andato avanti per altri 2 giri, ma non è riuscito a far funzionare la scommessa sulle gomme soft, finendo a 5 secondi di distacco da Leclerc. Il traffico e una bandiera gialla causati dalla mancanza da un errore di Kubica non hanno certo aiutato il caso di Vettel.

A metà sessione, Verstappen e quindi Hamilton hanno superato il tempo di Leclerc con uno stint di gomme morbide. Leclerc era pronto a migliorare il suo primo tentativo con un altro stint sulle medie quando Albon si è schiantato, causando l’arresto della sessione e costringendo quindi tutti i piloti a tornare ai box.

Con 6 minuti rimasti, Vettel era solo al 19° posto, davanti a Kvyat che non è stato in grado di fissare un tempo a causa di problemi tecnici sulla sua auto.

Il pilota tedesco della Ferrari era ansioso di uscire al riavvio della sessione, questa volta su gomme più morbide. Si è dimostrato l’approccio più sicuro, consentendogli di impostare il tempo più veloce della sessione, un decimo più veloce di quello che Hamilton era riuscito in precedenza.

Sul retro, la battaglia per allontanarsi dalle prime 5 posizioni in griglia è stata principalmente tra i due piloti Alfa, con Giovinazzi che è diventato l’unico pilota Alfa a passare alla Q2 quando Raikkonen ha commesso un leggero errore nell’ultima curva. Il finlandese ha perso contro il suo compagno di squadra per 0,085 secondi.

La seconda parte delle qualifiche è iniziata con entrambe le Mercedes in pista su medie. Più di un minuto dopo, tutti gli altri sono usciti, ma tutti su soft, compresi entrambi i piloti Ferrari.

Ancora una volta, è stato Leclerc ad emergere come il più veloce, a 6 decimi da Vettel, Verstappen, Hamilton e Bottas. Gasly era 6° dopo il suo primo giro, ma poiché non è riuscito a migliorare in seguito, è sceso all’11° ed è stato eliminato.

Nel frattempo Grosjean è stato sorpreso di conquistare il 6° posto, ottenendo un posto tra i primi 10 che includeva anche le vetture McLaren e Renault.

Lando Norris ha quindi dato il via alla Q3, seguito da Sainz e dalla coppia Renault. Le Mercedes e le Ferrari sono state le successive. Infine Leclerc, si è rivelato ancora una volta iil più veloce dopo i primi giri. Max Verstappen era quinto.

Il vantaggio di Leclerc è stato di oltre 3 decimi dopo il primo giro, ma è riuscito ad aumentare ancora di più il divario con Vettel con il suo secondo giro, anche se era totalmente infelice per il suo settore finale. Vettel non ha migliorato, consentendo a Hamilton di prendere il secondo posto con un altro miglioramento, finendo a 4 decimi da Leclerc.

Bottas ha persino interrotto il suo secondo giro, finendo le qualifiche con un secondo tondo più lento del leader.