Autore: Francesco Menna

Formula 1

13
Ott

F1, GP Giappone: bandiera a scacchi sventolata un giro prima del termine. FIA avvia l’indagine

Si tratta di un episodio che si è ripetuto più volte recentemente: si tratta della bandiera a scacchi esposta un giro prima della conclusione

Il Gran Premio di Suzuka sarebbe dovuto durate 53 giri, ma la bandiera a scacchi è stata mostrata al 52° giro. Il regolamento della Formula 1 impone che l’ordine di arrivo venga ufficializzato dopo aver «tagliato» la linea del traguardo con la bandiera esposta. L’articolo 43.2 del regolamento sportivo della F1 stabilisce: «Se per qualsiasi ragione il segnale di fine gara verrà dato prima che la vettura leader completerà il numero di giri in programma o prima del limite di tempo, il risultato della gara farà riferimento al giro precedente, l’ultimo in cui il leader ha tagliato il traguardo prima dell’esposizione del segnale». Ciò significa che il risultato finale del Gran Premio del Giappone deve essere dichiarato al termine del giro 52 anziché 53.
Non cambia i risultati delle vetture nelle prime posizioni, ma significa rimescolarne ulteriormente l’ordine, soprattutto nel centro gruppo.

Bandiera a scacchi anticipata di un giro

A Sergio Perez della Racing Point verrà ora è stato assegnato il nono posto. Perez era stato coinvolto in una bagarre con Pierre Gasly su Toro Rosso mentre stavano percorrendo quello che sarebbe dovuto essere l’ultimo giro ed è finito a muro dopo un contatto tra i due. Idealmente, quindi, se la bandiera a scacchi fosse stata esposta al 53° giro, Perez sarebbe risultato ritirato, ma così non è stato. Nico Hulkenberg scivola al decimo posto, con Lance Stroll che retrocede dal 10° all’11°.

La FIA non è sicura del perché il pannello a scacchi sia stato illuminato troppo presto e al momento sta esaminando i dettagli. Non è la prima volta nella recente storia della Formula 1 che la gara è stata resa «caotica» a causa di una bandiera a scacchi sventolata per sbaglio. La modella Winnie Harlow, in occasione del Gran Premio del Canada 2018 ha sventolato la bandiera due giri prima della fine regolamentare, con Vettel che nel team radio aveva segnalato l’anomalia senza alzare il piede come si usa fare quando termina la gara.