Autore: Francesco Menna

Lewis Hamilton - Formula 1 - Kimi Raikkonen

31
Ago

F1, GP Belgio: prima fila Ferrari con Leclerc in Pole

Charles Leclerc in pole position e Vettel in seconda posizione.

Charles Leclerc è stato al comando di ogni fase della qualificazione per il Gran Premio del Belgio e ha chiuso con sette decimi di secondo di vantaggio sul compagno di squadra della Ferrari Sebastian Vettel. Le due Mercedes sono in seconda fila con Hamilton terzo e Bottas quarto.

GP Belgio F1: sintesi qualifiche

Williams è rimasta indietro rispetto alle qualifiche, quindi non è stato inaspettato che entrambi i piloti siano usciti in Q1. Anche così la sessione è riuscita a essere una delusione.
In primo luogo George Russell ha dovuto interrompere il suo primo stint dopo che il display del suo cruscotto è diventato «pazzo», sfarfallando tra diversi display. Quindi la power unit di Robert Kubica si è guastata andando in fiamme il retrotreno all’altezza del Blanchimont.

La bandiera rossa è stata esposta prima che qualcuno avesse la possibilità di fissare un tempo. Quando è ricominciato il Q1, con 13 minuti rimasti sul cronometro, tutti i piloti rimanenti sono scesi in pista.

L’interruzione ha dato più tempo, e anche meno pressione, alla Mercedes per finire il lavoro sull’auto di Lewis Hamilton, che era stata gravemente danneggiata dopo essersi schiantata nelle prove libere 3. Ha facilmente impostato un tempo sufficiente per raggiungere la Q2, ma nessuna delle Mercedes era vicino ai piloti Ferrari.

Leclerc ha realizzato un superbo primo giro, in 1’43.587, che lo ha portato oltre un secondo e mezzo davanti alla Mercedes più veloce. Perfino Vettel non riusciva ad avvicinarsi: era più di mezzo secondo più lento del suo compagno di squadra.

C’è stata preoccupazione alla Red Bull quando Max Verstappen ha dovuto interrompere il suo primo run dopo aver perso potenza. Il suo sforzo finale lo ha assicurato il terzo posto, un secondo più lento di Leclerc, nonostante abbia dovuto passare una fila di macchine alla fine del giro.
Pochi istanti dopo, Antonio Giovinazzi ha parcheggiato sulla discesa verso Eau Rouge dopo aver apparentemente subito un problema al motore. Con meno di un minuto rimasto sul tempo residuo, non c’era più tempo per nessuno da migliorare. Questa è stata una brutta notizia per i piloti della Toro Rosso e Carlos Sainz, tutti esclusi dalla Q2. La Mercedes ha rivelato la sua vera prestazione nella seconda parte delle qualifiche. Mentre Leclerc ha abbassato il suo tempo di riferimento a 1 ’43.376, Hamilton è arrivato a due decimi di secondo da lui. Anche Vettel ha migliorato, avvicinandosi al suo compagno di squadra.

Con lo stint finale, entrambe le Ferrari si sono portate nuovamente davanti alla Mercedes. Leclerc ha trovato altri quattro decimi, rompendo la barriera del minuto e 43, mentre Vettel si è piazzato a meno di un decimo di secondo dal leader. Hamilton era a mezzo secondo dal Monegasco.

Né Albon né Stroll avevano alcun incentivo a proseguire ulteriormente perché partiranno dal fondo della griglia. Romain Grosjean era nella top 10 all’inizio dell’ultimo stint. Ma Kevin Magnussen, che ha guidato la coppia fuori dai box, è migliorato abbastanza da conquistare il posto finale in Q3. Anche Lando Norris è stato escluso, mancando il taglio per un decimo di secondo. Nico Hulkenberg si è unito al suo compagno di squadra anche nel Q3. Ricciardo, Verstappen e Raikkonen sono passati tutti, il trio era separato da soli trecentesimi di secondo.
Il Q3 è iniziato con diverse incomprensioni mentre i piloti cercavano di trovare buoni spunti per iniziare il giro cronometrato, gestendo il traffico e allo stesso tempo preparavano le gomme per le ultime qualifiche. Hamilton quasi va a contatto con Bottas a seguito di un eccessivo rallentamento di quest’ultimo.
Ma l’irresistibile velocità delle Ferrari sui rettilinei si è rivelata eccessiva per i loro avversari anche con una scia. Hamilton è riuscito a dividerli nelle prime manche, riportando Vettel al terzo posto.

Hamilton, tuttavia, ha iniziato il suo ultimo giro tra le due macchine rosse e Vettel ha goduto di una forte scia dalla W10, stabilendo il miglior tempo nel primo settore. Nel mezzo del giro Vettel era vicino a Hamilton. Nel frattempo, però, Leclerc è diventato ancora più veloce - segnando un 1’42.519 per la pole position, Hamilton è sceso al terzo posto dietro a Vettel, che era quasi tre quarti di secondo più lento del suo compagno di squadra.

Bottas è stato un po’ più lento di Hamilton in quarta posizione e Verstappen da solo in quinta. È stato seguito dalla coppia Renault, Ricciardo si è fatto strada attraverso il traffico Q3 per impostare il suo giro. Kimi Raikkonen, Sergio Perez e Kevin Magnussen hanno completato la top 10. Di seguito la classifica dei top ten:

Pos. PilotaTempo
1. Charles Leclerc1’42.519
2. Sebastian Vettel1’43.267
3. Lewis Hamilton1’43.282
4.. Valtteri Bottas1’43.415
5 Max Verstappen1’43.690
6. Daniel Ricciardo1’44.257
7. Nico Hulkenberg1’44.542
8. Kimi Raikkonen1’44.557
9. Sergio Perez1’44.706
10. Kevin Magnussen1’45.086