Autore: B.A

Moto GP

Valentino Rossi ancora traumatizzato, ecco come sta

Una tragedia sfiorata con le moto di Morbidelli e Zarco che hanno sfiorato il Dottore come proiettili impazziti.

Valentino Rossi l’ha scampata bella ieri in Austria sul Red Bull Ring, il circuito dello Spielberg. Il quarto appuntamento del Motomondiale poteva finire in tragedia per via di un incidente piuttosto grave che ha coinvolto la Ducati di Zarco e la Yamaha di Morbidelli. Correva il giro numero 9 del Gran Premio quando Zarco passa Morbidelli in rettilineo, sfruttando la velocità della sua Ducati. La manovra di Zarco, che sembra frenare davanti a Morbidelli, per evitare il contro sorpasso del pilota romano in staccata, con le moto lanciate a 300 all’ora, rende l’impatto inevitabile.

I piloti disarcionati dalle loro moto, per fortuna senza gravi conseguenze. Il problema è che le moto, attraversano la ghiaia di fine rettilineo e roteando come autentici proiettili, invadono la pista nel tornantino dopo, dove i piloti passano a 50 all’ora. Ed entrambe le moto, prima quella di Zarco e poi quella di Morbidelli, schizzano davanti la Yamaha di Valentino Rossiche stava passando proprio al tornantino.

Le moto sfiorano il Dottore. Paurose le immagini, che lasciano pochi dubbi su quello che poteva accadere a Valentino se fosse stato colpito da una delle due moto impazzite. Lo shock è stato grande anche per chi ha visto le immagini seduto sul divano di casa, e peggio è andata ai piloti in pista, soprattutto Rossi che già rientrando ai box per via delle inevitabile bandiera rossa di sospensione del Gp, agitava mani e capo come a dire “mamma mia che spavento”. Le dichiarazioni a caldo di Rossi, ma anche del resto del Paddock, hanno messo sotto accusa Zarco, pilota che molti considerano pericoloso come guida, perchè aggressivo forse oltre il lecito. La paura per Rossi è stata tanta. Ecco le considerazioni del Dottore.

Il santo protettore dei piloti ha avuto da fare allo Spielberg

“occorre che la direzione di gara intervenga per fermare Zarco”, questo ciò che ha detto a caldo rossi, intervistato subito dopo la fine del GP che lo ha visto quinto al traguardo. “Ripartire per la ripresa del Gran Premio non è stata cosa facile dopo lo spavento preso”, così Valentino Rossi commenta nel post gara, dove dice che stavolta il santo protettore dei piloti, ha fatto il miracolo. In effetti fanno davvero impressione le immagini delle moto scagliate a mezz’aria verso il Dottore che miracolosamente è stato solo sfiorato da questi proiettili.

“Bene essere aggressivi, ma facciamo una cosa pericolosa in pista e manca il rispeto tra piloti, perché la manovra di Zarco, che ha frenato davanti a Morbidelli per non farsi passare è qualcosa che non si deve fare”, questa l’accusa che il Dottore fa a Zarco, che è secondo lui, l’unico responsabile dell’accaduto.

Le dichiarazioni del giorno dopo

Valentino Rossi è ancora incredulo dopo il mancato dramma nella gara MotoGP in Austria. A caldo il Dottore ha parlato di manovra volontaria da parte di Johann Zarco, che comunque c’è da dire, è andato subito a scusarsi con Rossi nel dopo gara. “È venuto a parlare con me, ma non mi ha convinto. So che Zarco era in Direzione Gara, ma non sappiamo cosa succederà. Gli ho parlato e lui ha giurato di non averlo fatto apposta. Questa è già una cosa importante“, così Valentino Rossi che ha detto di aver avuto maggior paura a riguardare le immagini in Tv.

“Quando è successo mi sono spaventato subito, ma molto di più quando ho guardato i fotogrammi. Alla fine dovevamo tornare in gara, quindi era un modo per non pensarci. Adesso dovremo vedere come andrà a finire nei prossimi giorni“, queste le esternazioni a freddo di Valentino che aspetta le decisioni della direzione di gara su Zarco.