Tour de France 2021, 5° tappa Changé – Laval Espace Mayenne (cronometro individuale): favoriti, percorso e altimetria

Prima cronometro al Tour de France: per gli specialisti l’obiettivo è guadagnare sugli scalatori

Al Tour de France 2021 arriva la prima prova contro il tempo. Nella quinta frazione, lungo un tracciato di 27,2 km, che va da Changé a Laval Espace Mayenne, i corridori affronteranno la prima, delle due cronometro di questa edizione della Grande Boucle (la seconda è in programma alla ventesima e penultima tappa).

Sarà l’occasione, per gli specialisti, per guadagnare tempo prezioso, da gestire quando arriveranno le grandi salite.

Il percorso e i favoriti della 5° tappa

La quinta tappa del Tour de France numero 108, in programma mercoledì 30 giugno, partirà da Changé, piccolo comune della regione dei Paesi della Loira, all’esordio come sede di tappa.

L’arrivo è ubicato a Laval, capoluogo del dipartimento della Mayenne, una città che ha già ospitato la Grande Boucle nel 1999, quando fu sede di arrivo della terza frazione, vinta da Tom Steels, e sede di partenza, il giorno successivo, della quarta, vinta sul traguardo di Blois da Mario Cipollini e che, ancora oggi, è la tappa in linea più veloce del Tour de France con la sua media: 50,355 km/h.

Il tracciato, di questa prima prova contro il tempo, si sviluppa per 27,2 km e prevede due rilevazioni cronometriche intermedie: la prima dopo 8,8 km a Saint-Jean-sur-Mayenne e la seconda, al km 17,2 a Bonchamp-lès-Laval. Sono presenti alcuni brevi strappi, subito dopo la partenza e dopo il primo intermedio in direzione Louverné, punto altimetricamente più alto della frazione.

Tra i corridori venuti al Tour per puntare alla vittoria finale, si tratta sicuramente di una frazione congeniale per le caratteristiche dello sloveno Primož Roglič (Jumbo-Visma), anche se occorrerà valutare gli strascichi della rovinosa caduta dellaterza tappa.

Il suo connazionale Tadej Pogačar (UAE Emirates), vincitore della Grande Boucle dello scorso anno, cercherà di limitare il distacco in attesa che arrivino le grandi salite. Occhi puntati anche sul britannico Geraint Thomas, già vincitore del Tour 2018, e che dovrà disputare un’ottima prova, anche per sancire il suo ruolo di capitano nel team Ineos Grenadiers, a danno del suo compagno di squadra Richard Carapaz.

Per la vittoria finale i nomi da tenere d’occhio sono il belga Wout Van Aert (Jumbo-Visma), gli svizzeri Stefan Küng (Groupama-FDJ) e Stefan Bissegger (EF Education-Nippo), i danesi Mikkel Bjerg (UAE Emirates), Kasper Asgreen (Deceuninck-Quick Step) e Søren Kragh Andersen (DSM), lo statunitense Brandon McNulty (UAE Team Emirates), l’australiano Richie Porte (Ineos Grenadiers), lo spagnolo Ion Izagirre (Astana-Premier Tech) e il kazako Alexey Lutsenko (Astana-Premier Tech).

La partenza del primo corridore è prevista per le ore 12:15, mentre la maglia gialla, che partirà per ultima, inizierà la prova alle ore 16:50. Per il vincitore si prevede una durata di circa 32 minuti.

Con la classifica ridisegnata dopo la prova a cronometro, il Tour de France proseguirà, giovedì 1° luglio, con un’altra frazione per i velocisti, la Tours-Châteauroux di 160,6 km.