Raffaella Carrà, la sua malattia: le parole dei vicini di casa e il commosso ricordo di Maurizio Costanzo

Raffaella Carrà, la sua malattia: le parole dei vicini di casa e il commosso ricordo di Maurizio Costanzo

L’Italia intera e non solo piange per la scomparsa di Raffaella Carrà, le parole dei vicini di casa e di Maurizio Costanzo

La straordinaria Raffaella Carrà non è riuscita a sconfiggere la grave malattia che da qualche tempo aveva attaccato il suo corpo ed ha mantenuto il massimo riserbo sulle sue condizioni di salute.

La malattia di Raffaella Carrà: le parole dei vicini di casa e il ricordo di Maurizio Costanzo

Davvero in pochi erano a conoscenza della sua delicata condizione di salute, lo ha raccontato Gianluca Semprini nel programma di Rai Uno Estate in Diretta. Proprio lui è stato tra i primi a dare la notizia della scomparsa dell’artista. Raffaella da tempo lottava contro una grave malattia di cui oggi ancora non si sa quale sia.

«Questa malattia già da diverso tempo aveva attraversato il suo corpo. Lei però non l’aveva detto quasi a nessuno. Le sue ultime volontà erano chiare: una bara semplice e un’urna per contenere le ceneri», ha spiegato Semprini: «Ha preferito non raccontare questi ultimi periodi di difficoltà per non rovinare il ricordo luminoso che tutti abbiamo di lei. La notizia delle sue condizioni in parte erano trapelate, almeno nell’ambiente».

Nella puntata di ieri, durante un collegamento, l’inviata della trasmissione ha spiegato che la privacy sulla malattia di Raffaella è stata molto forte tanto da essere tenuta nascosta persino ai vicini di casa che non immaginavano assolutamente di ricevere una notizia del genere. Solo pochi giorni fa la showgirl aveva compiuto 78 anni.

«Siamo entrati in questo comprensorio di Roma Nord dove abitava. Abbiamo parlato con i suoi vicini e hanno appreso oggi la notizia con grande tristezza. Il clima è assolutamente di dispiacere. Tutti conoscevano Raffaella Carrà in questo comprensorio. Lei era malata da tempo e si è spenta in una clinica qui vicino», ha detto la giornalista in collegamento vicino casa di Raffaella.

«Il cordoglio è forte, nessuno dei vicini vuole rilasciare interviste. Nel suo palazzo comunque nessuno sapeva. Anche il suo portiere non sapeva nulla. Tutti pensavano che fosse nella sua altra casa nell’Argentario. Per la malattia ha avuto molto pudore».

Un giornalista de La Stampa ha raccolto le parole dei vicini di casa di Raffaella Carrà. “Ora lo possiamo dire. Non la vedevo da un mese”, ha rivelato il portiere del palazzo. “Faceva condominio”, racconta una signora che non riesce a trattenere le lacrime, “qui era un via vai, grandi cene, partite a carte, ne era appassionata”. Ed un altro vicino di casa, ha rivelato:

"Siamo in due edifici differenti ma mi è capitato spesso di incrociarla. Sempre sorridente, affabile, elegantissima. Aveva una luce negli occhi che non dimenticherò mai. Ma anche molto discreta e mai sopra le righe. Da diverse settimane non l’ ho più incrociata ma non sapevo si fosse ammalata. La notizia della sua morte è stata uno choc e un’ amara sorpresa anche per noi".

Il ricordo commosso di Maurizio Costanzo

Da ieri sono stati tanti i messaggi e il ricordo di molti personaggi dello spettacolo che hanno avuto l’onore di conoscerla e lavorare con lei. Tra questi, Maria De Filippi che ha espresso il suo dolore in un messaggio poi pubblicato sui social: «Le ho scritto per il suo compleanno e mi ha risposto con un semplice «Grazie». Anche in quella risposta c’è la dignità di chi vive eternamente. Non riesco a salutarti perché so che tanto ti vedo sempre. Maria».

Il marito Maurizio Costanzo, grande amico dell’artista, ha rilasciato un commento ai microfoni del programma di Rai Uno. Il conduttore ha rivelato che anche per lui la notizia della sua morte è arrivata come un fulmine a ciel sereno.

«Sono sconvolto e non me l’aspettavo. Per me è stata una notizia inaspettata. Io purtroppo non sapevo nemmeno che era malata. Non sapevo assolutamente nulla e sono molto sorpreso», ha affermato Maurizio Costanzo: «Ci mancherà un pezzo di storia del varietà e della televisione.» La Carrà ha voluto lasciare questa terra facendo rimanere intatta la sua immagine di splendida regina dello spettacolo.