Occhio di fuoco in mare: ecco cosa è successo (VIDEO)

Occhio di fuoco in mare: ecco cosa è successo (VIDEO)

Le immagini hanno fatto il giro del web per la spettacolarità, ma c’è una fuga di gas all’origine di tutto

“Occhio di fuoco”. È stato ribattezzato così il fenomeno cromatico visto nel mare del Golfo del Messico, a largo della penisola dello Yucatan. I video provenienti da quella zona hanno regalato immagini suggestive e spettacolari che, per certi versi, richiamavano gli effetti speciali di un film o addirittura lo scorrere della lava di un vulcano.

Occhio di fuoco, cosa è accaduto

A generare l’accaduto è stata una fuga di gas all’interno di un oleodotto marino. Le cronache riferiscono il fatto che l’incendio si sarebbe sviluppato a circa centocinquanta chilometri da una piattaforma petrolifera. Per domare le fiamme sono state necessarie oltre cinque ore, la buona notizia è che nonostante la potenziale pericolosità dell’accaduto ci sarebbe stato neanche un ferito.

Su Twitter si è registato l’intervento di Angel Carrizales, direttore esecutivo dell’Agenzia per la Sicurezza dell’Energia e dell’Ambiente del settore Idrocarburi per il Messico (Agenzia Asea) che ha specificato come siano stati attuati subito protocolli di risposta alle emergenze. «L’evento - ha aggiunto - non ha generato sversamenti».

Occhio di fuoco, la versione dei fatti ufficiale

Sulla vicenda è arrivato anche il comunicato stampa di Petroleos Mexicanos (Pemex). Si è chiarito come l’evento abbia avuto origine alle 5.15 del 2 luglio. La fuga di gas avrebbe generato un incendio in mare «situata a a 150 metri dalla piattaforma satellitare KU-C, situata nella Campeche Sonda appartenente al Ku-Maloob- Zaap Production Asset, collegato alla sotto direzione di produzione della regione offshore nord-orientale di PEMEX Exploración y Producción».

L’azione di intervento successiva è stata coordinata con l’ausilio di navi antincendio. «Sono state chiuse - si legge ancora - le valvole di interconnessione nel gasdotto, spegnendo l’incendio e il rilascio del gas, ponendo fine all’emergenza intorno alle 10:45 e ripristinando le normali condizioni di funzionamento». «Petróleos Mexicanos - si legge a chiusura del comunicato - effettuerà un’analisi della causa principale di questo incidente».

Occhio di fuoco: Il video è diventato virale

La mancanza di conseguenze consente di raccontare con maggiore tranquillità il fatto che il video di questo anello di fuoco accesosi nell’oceano è diventato in pochissimo tempo particolarmente virale sul web.