Autore: B.A

Moto GP

Moto GP, il nuovo calendario, niente corse fuori dal vecchio continente

La Dorna ha cacciato il nuovo calendario di questo strano mondiale 2020.

Una autentica rivoluzione quella che quest’anno riguarda il campionato mondiale di motociclismo. La Moto GP dice addio, almeno per quest’anno, ai Gran Premi in giro per il Mondo. Uno degli sport più itineranti di tutti, si arrende al Covid. Per via della Pandemia, cancellati numerosi appuntamenti del Motomondiale, con Gran Premi bis sui circuiti dove si correrà. La Dorna ha pubblicato il nuovo calendario con cui a partire dal Gp di domani a Brno, si proseguirà questo mondiale.

Niente Gran Premi fuori dall’Europa per via della pandemia da Covid

Niente Giappone, niente Australia, niente Malesia e nemmeno le classiche tappe degli Usa. Per quest’anno il mondiale di motociclismo non uscirà fuori dai confini europei. Saltano appuntamenti storici del motomondiale, sparisce il gran premio del Giappone, non si correrà in Argentina, sul circuito Rio Hondo, e nemmeno a Phillip Island in Australia o negli Usa, ad Austin o a Laguna Seca.

Tutto si svolgerà nel vecchio continente, e tutto rigorosamente senza pubblico sugli spalti. Il coronavirus è una pandemia globale, che non ha fatto sconti in nessuna area del pianeta. Per evitare la diffusione del virus, alla luce del fatto che le carovane che seguono piloti e team del motomondiale sono nutrite, si è scelto di correre solo in Europa, anche bissando i Gran Premi.

TI POTREBBE INTERESSARE: MotoGp: Rossi a caccia di vittoria e podio n° 200 nella sua Brno, il podio di Jerez rinvigorisce il dottore

Il nuovo calendario Moto GP, tutto in Europa, depennati tre Gran Premi

Come dicevamo, oggi si corre a Brno, Gran Premio della Repubblica Ceca. Siamo solo alla terza gara, per un mondiale partito con 4 mesi di ritardo sempre per via del virus. Dal calendario vengono cancellati anche Argentina, Thailandia e Malesia, che inizialmente sembrava si dovessero correre, essendo gli unici 3 Gp programmati fuori dal vecchio continente. A dire il vero in Qatar si è corso, ma solo per le classi inferiori, Moto 2 e Moto 1. Il Mondiale MotoGp del 2020 sarà composto, in totale, da altre 12 gare dopo le due che si sono già disputate in Spagna, a Jerez de la Frontera.

Domani è la volta di Brno, e poi il circo si sposterà allo Spielberg in Austria, con due Gran Premi in due weekend. Due Gp anche a Misano, dove i piloti correranno 13 e il 20 settembre. A seguire il Gp della Catalogna a Barcellona, quello di Francia a Le Mans, e poi due weekend di nuovo in Spagna, ad Aragorn e sempre in Spagna i due weekend a Valencia, per il Gp della Comunitad valenciana.

Il mondiale terminerà a Portiamo, il 22 novembre prossimo per il Gran premio del Portogallo. Quest’ultimo Gran premio è stato confermato da Dorna, ma manca ancora l’ufficialità. Ma con ogni probabilità sarà proprio il Portogallo a fare da sede alla gara conclusiva del campionato del Mondo di motociclismo.