Incentivi auto 2022: come funzionano i bonus

Incentivi auto 2022: come funzionano i bonus

Ecco come funzionano gli incentivi auto 2022

Lunedì 16 maggio è il giorno in cui tornano gli incentivi per l’acquisto di auto e moto. Per usufruirne è necessario che si acquistino mezzi non inquinanti. Si potrà beneficiare di vantaggi che potranno arrivare fino a 5.000 euro. La data di inizio è quella indicata, benché in base a quanto emerso la piattaforma sarà operativa a partire dal 25 maggio. Ci sono, inoltre, alcune linee guida che consentono di orientarsi su come funzioneranno i vantaggi.

A quanto ammontano gli incentivi nel loro complesso

Si tratta di una novità importante per un settore che sta patendo in maniera significativa gli effetti delle recenti circostanze storiche. Basti pensare, ad esempio, alla carenza di materie prime. L’investimento statale prevede circa 650 milioni per ogni anno del prossimo triennio. L’investimento complessivo arriverà a sfiorare i 2 miliardi di euro.

Si può arrivare fino a 5000 di sconto con gli incentivi

Lo sconto più significativo per ciò che riguarda gli incentivi è riservato ai veicoli che hanno un motore elettrico puro. Per ciò che riguarda, invece, i motori tradizionali seppur a basso impatto si possono avere 2.000 euro di vantaggi.

Incentivi auto: come funziona per elettriche e Plug in

Gli incentivi riguardano praticamente tutte le tipologie di alimentazione: benzina, diesel, ibride, plug-in ed elettriche. Chi riceverà i maggiore incentivi sono le auto con emissioni di Co2 tra 0 e 20 grammi. In questa categoria rientrano sostanzialmente le auto elettriche, a patto che costino meno di 35.000 euro.

In questo si può beneficiare di uno sconto di 5.000 euro se si rottama un auto di un veicolo fino ad Euro 5, si scende a 3000 senza rottamazione. Per le ibride plug-in lo sconto è di 4000 euro con rottamazione, 2000 senza. In questo caso il prezzo massimo su cui si può ottenere il beneficio è di 54.900 (con iva inclusa).

Per le emissioni tra 61 e 135 grammi di Co2 (dunque anche benzina, diesel, metano, GPl oltre a mild hybrid e full hybrid) lo sconto di 2000 euro è subordinato alla rottamazione sempre di una vettura che sia al massimo Euro 5.

Come si può beneficiare degli incentivi auto

Sono queste a grandi linee le novità che si tradurranno in sconti per il consumatore. Ai clienti delle concessionarie, inoltre, non spetteranno incombenze burocratiche, tenuto conto che sarà compito del venditore mettere in atto tutte le procedure necessarie a formalizzare l’opportunità di ottenere il vantaggio degli incentivi.

Si auspica che, ovviamente, queste misure contribuiscano ad incrementare le vendite, tenuto conto che c’è anche la sensazione che il fatto che in molti attendessero gli incentivi abbia in qualche modo frenato il mercato negli ultimi mesi.

Saranno naturalmente i riscontri sulle immatricolazioni che ci saranno nel prossimo futuro a determinare se le diverse sensazioni saranno alla fine risultate corrette.