Giovanni Allevi annuncia la sua malattia sui social: «Ho scoperto di avere un mieloma»

Giovanni Allevi annuncia la sua malattia sui social: «Ho scoperto di avere un mieloma»

L’artista ha rivelato con un messaggio sui social di avere una neoplasia

«Non ci girerò intorno: ho scoperto di avere una neoplasia dal suono dolce: mieloma, ma non per questo meno insidiosa». Lo ha scritto sui suoi canali social Giovanni Allevi, annunciando il problema di salute che lo terrà per un po’ lontano dai palchi.

Giovanni Allevi e l’annuncio della malattia sui social

Il pianista di fama internazionale ha rivelato quello che, in questo momento, è una delle sue principali paure. «La mia angoscia più grande è -ha rivelato - il pensiero di recare un dolore ai miei familiari e a tutte le persone che mi seguono con affetto».

Poi un passaggio che richiama il suo amore per l’arte che lo ha reso celebre e i programmi futuri. «Ho sempre combattuto - ha dichiarato - i miei draghi interiori in concerto insieme a voi, grazie alla Musica. Questa volta perdonatemi, dovrò farlo lontano dal palco».

L’affetto per Giovanni Allevi ed il uso amore per la musica

Un «perdonatemi», detto in un momento così difficile, che racconta quanto profondo sia il suo legame con la musica, il suo pianoforte e tutta la gente che si è innamorata del suo talento.

Tanti i fan che, attraverso commenti e reazioni ai suoi post, hanno voluto manifestargli vicinanza. Gli hanno riservato auguri speciali, messaggi di sostegno e incoraggiamento per fronteggiare questa situazione inaspettata.

Giovanni Allevi: un artista amato in tutto il mondo

Compositore, pianista, filosofo e scrittore. Giovanni Allevi è sicuramente uno dei più grandi artisti che l’Italia ha. Lo scorso 7 giugno aveva pubblicato un tweet che esprimeva il suo rapporto privilegiato con la musica ed il piano forte. «Non credo - scriveva - di avere una grande forza fisica, ma riesco a concentrare una sorprendente energia e potenza sulla punta delle dita».

«Quando - ha rivelato - suono il pianoforte durante il concerto, spesso tengo gli occhi chiusi, così da potermi affidare alla sensibilità tattile e alla coscienza vigile».

E oggi dopo la scoperta del problema di salute tutti tifano per questo straordinario artista. Una persona dalla sensibilità indiscutibilmente sopra la media, che ha sempre coltivato l’amore per l’arte di cui è un sublime esponente.

«Non sono certo la fama, il successo, il prestigio a muovermi, ma - ha di recente scritto su Instagram - la gioia profonda di non essere più me stesso, perché trascinato via dall’onda impetuosa della musica. La composizione è la mia dannazione e la mia ragione di vita».