Autore: Francesco Menna

Formula 1 - Lewis Hamilton

14
Lug

F1, GP Inghilterra: Lewis Hamilton vince in casa una gara ricca di colpi di scena

Hamilton vince in Inghilterra ed è doppietta Mercedes.

Il Gran Premio d’Inghilterra ha tenuto incollati gli appassionati di Formula 1 avanti allo schermo perché i colpi di scena si sono susseguiti sin dal primo giro. A spuntarla è stato Lewis Hamilton che ha conquistato la sua decima vittoria della stagione e il suo sesto successo sul circuito di Silverstone, un record assoluto nella storia della F1. Il pilota inglese e la Mercedes, hanno allungato nei rispettivi campionati piloti e costruttori. Al secondo posto è arrivato Valtteri Bottas che aveva conquistato ieri la pole position per soli 6 millesimi dal pilota inglese. Sul terzo gradino del podio si è piazzato Leclerc che è stato anche votato Driver of the day, molto probabilmente dopo che se l’è date di santa ragione con Max Verstappen.

GP Inghilterra F1: sintesi della gara

In partenza le prime posizioni sono rimaste invariate, ma Hamilton e Bottas sin dalle prime curve hanno maturato un certo distacco dagli avversari. Hamilton ha tentato in tutti i modi sin dalle prime curve di imporsi sul compagno di squadra ingaggiando una gran battaglia. Inizialmente era riuscito anche a superarlo, ma dopo un paio di curve, Bottas era riuscito a riportarsi in testa. Dopo quel «colpo psicologico», Hamilton lo tallonava costantemente al di sotto del secondo. Nel frattempo subito dietro, in terza posizione si stava ingaggiando il secondo round tra Charles Leclerc e Max Verstappen con l’intrusione di Gasly e Vettel. Il pilota monegasco ha ingaggiato un duro ruota a ruota, restituendo il sorpasso fatto in Austria proprio dal pilota olandese. Il sorpasso su Leclerc è stato effettuato proprio durante il pit stop, nel quale i meccanici hanno giocato un ruolo fondamentale. Quelli in blu, infatti, sono stati più veloci di quelli in rosso di un decimo, e Verstappen ha avuto mezz’auto di vantaggio in pitlane per togliere il limitatore prima e guadagnare la posizione sulla Ferrari numero 16. Nel frattempo, Hamilton e Vettel sono gli unici dei top team a restare in pista e col senno di poi hanno fatto bene, perché con l’entrata della Safety Car, a seguito del fuoripista di Antonio Giovinazzi, hanno perso molto meno tempo durante la sosta.
A quel punto, Hamilton ha preso la testa della corsa e non l’ha più lasciata. Durante la Safety Car, Verstappen e Vettel hanno cambiato le gomme, puntando su quelle più dure, mentre Leclerc è stato richiamato il giro successivo, retrocedendo così in sesta posizione.

Al via, le Mercedes sono tornate a fare il vuoto, con Bottas che ha tentato di rispondere ai tempi di Hamilton, ma non ce n’era per nessuno. In terza posizione Vettel e Verstappen si danno battaglia, con il pilota della Ferrari palesemente in difficoltà, al punto da essere superato sull’Hangar Straight. Il tedesco, però, nel tentare la risposta immediata ha sbagliato il punto di frenata e ha centrato in pieno Max Verstappen. Quanto accaduto è stato il motivo per cui Vettel è stato penalizzato con 10 secondi di penalità sul tempo di gara. Il sorpasso all’esterno di Leclerc su Gasly ha letteralmente mandato in visibilio i presenti. Alla fine, però, Lewis Hamilton ha registrato il giro più veloce con gomme dure ed usurate proprio all’ultima tornata. Di seguito è riportato l’ordine di arrivo del Gran Premio d’Inghilterra.