Caso Denise Pipitone, Piera Maggio ricoverata in ospedale per un malore

Caso Denise Pipitone, Piera Maggio ricoverata in ospedale per un malore

Piera Maggio non va in Russia: ricoverata in ospedale per un malore

Il legale della famiglia di Denise Pipitone ha riferito che Piera Maggio non può partire per la Russia perché si trova ricoverata in ospedale.

Denise Pipitone, la mamma Piera Maggio si trova ricoverata in ospedale per un malore

Mentre la ragazza russa che sta cercando la mamma naturale, è stata già sottoposta al test del Dna per verificare se possa essere proprio lei Denise Pipitone, la mamma della piccola siciliana scomparsa 17 anni fa, si trova ricoverata in ospedale. Lo ha riferito l’avvocato Giacomo Frazzitta. Inizialmente si pensava che una volta ricevuta la segnalazione, Piera Maggio partisse per la Russia ma in questo momento non può farlo.

La speranza di ritrovare Denise Pipitone si è riaccesa in queste ultime ore dopo l’appello di una giovane ragazza russa ad una trasmissione locale in cui spiega di essere stata rapita all’età di 4 anni da una donna di etnia Rom. Un anno dopo questa donna è stata arrestata e Olesya Rostova è stata portata in un orfanotrofio dove ha assunto il nome attuale.

Rimangono molti dubbi anche se ci sono molte somiglianze, non solo tra i due casi, ma anche fisiche. La giovane donna somiglia molto a Piera Maggio ma ha detto di non conoscere l’italiano quando invece la piccola Denise, al momento della scomparsa, lo parlava bene e conosceva persino il dialetto siciliano.

Cosa è successo a Piera Maggio

La madre di Denise Pipitone si trova ricoverata in ospedale per un malore ma non sono state rese note le cause. L’avvocato di famiglia che sta seguendo le indagini del caso, nella puntata di oggi di Mattino Cinque, ha precisato che Piera Maggio sta bene ma non può partire per la Russia per un problema di salute.

Scorrendo la sua pagina Facebook, qualche giorno fa ha pubblicato una foto in cui mostra un corridoio di ospedale e scrive: «Vi sono momenti nella vita in cui bisogna affrontare anche gli imprevisti. L’importante riescano bene...Perlomeno è quello che si spera. Un GRAZIE DI CUORE a tutto il personale completo, medico, infermieristico ecc... dell’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani, in particolar modo al dottor Giacomo Di Giovanni. Grazie».

Appresa la notizia dell’appello di Olesya Rostova, Piera Maggio ha pubblicato un nuovo post ed ha scritto: «In merito alle ultime notizie, rimaniamo con I piedi ben saldati a terra. Chiediamo ulteriori verifiche attraverso il DNA. RINGRAZIAMO TUTTI per la vicinanza».

Federica Panicucci ha mandato in onda il messaggio audio di Piera Maggio: «In questi anni la speranza di poter riabbracciare nostra figlia non è mai mancata e non mancherà». Sono ore di grande attesa per lei dopo l’appello della ragazza russa. Attendiamo aggiornamenti.