Balotelli su un suo ritorno in nazionale: «Se Mancini mi chiama, vado a piedi»

Balotelli su un suo ritorno in nazionale: «Se Mancini mi chiama, vado a piedi»

Mario Balotelli ha risposto alle voci che parlano di un suo ritorno in nazionale per i playoff di Marzo

Non è un momento facile per il panorama calcistico italiano. La nostra nazionale dopo il pareggio nell’ultima gara di qualificazione ai Mondiali in Qatar 2022 a Belfast contro l’Irlanda del Nord, è finita seconda nel girone e sarà costretta a disputare i playoff.

C’è tanto rammarico e delusione per questo risultato arrivato dopo una serie di opportunità non sfruttate per superare la Svizzera in classifica e staccare il pass già a novembre. Impossibile non segnalare il doppio errore dal dischetto di Jorginho sia all’andata che al ritorno nella sfida contro gli elvetici.

Sul banco degli imputati finisce anche la carenza di attaccanti in grado di supportare la fase offensiva dell’Italia. Oltre ad Immobile nel nostro paese si assiste ad una vera mancanza di un bomber che garantisca gol a raffica. Ed ecco quindi che a gran voce negli ultimi giorni sono in tanti a chiedere un ritorno in nazionale di Mario Balotelli per i playoff di marzo.

Balotelli dice la sua su un ritorno in nazionale

Balotelli, che oggi gioca all’Adana Demirspor in Turchia, ha detto la sua su un suo possibile ritorno in nazionale partecipando al podcast di Ocw Sport condotto da Andrea Panciroli (Il Pancio) e Domenico Manfredi.

"Con Mancini ho un ottimo rapporto e ho sempre avuto un ottimo rapporto. Abbiamo un rapporto aperto, lui mi ha detto quello che vuole da me affinché io possa tornare in Nazionale. E io lo farò. Se l’ho sentito ultimamente? Sì" - ha detto il 31enne.

"Mi sento bene e sto bene dopo gli ultimi 2 anni e mezzo, mi sento pronto per tornare in Nazionale. Sarebbe un sogno. Partirei a piedi dalla Turchia adesso se sapessi di essere tra i convocati azzurri a marzo..."​ - ha ammesso.

"Quello che lui vuole da me lo ha già detto più volte. Io non devo promettere niente a me stesso. Lui lo sa che se io sto bene perché non dovrebbe convocarmi?" - puntualizza.

Quanto ad un possibile tandem d’attacco con Ciro Immobile ha detto: "Se mi vedrei in tandem con Ciro? Per le mie caratteristiche potrei giocare in coppia con tutti. E quindi si anche con Ciro. Posso giocare bene con tutti".