Ballando con le stelle: espulso Enrico Montesano per la maglietta fascista

Ballando con le stelle: espulso Enrico Montesano per la maglietta fascista

La decisione della Rai dopo la denuncia su twitter di Selvaggia Lucarelli.

Enrico Montesano è stato escluso da Ballando con le stelle 2022. La decisione, insindacabile, della Rai è arrivata al termine di una giornata nella quale aveva suscitato clamore quanto andato in onda nella puntata di sabato 12 novembre del programma condotto da Milly Carlucci.

Il 77enne attore romano aveva indossato, durante le prove settimanali, una maglietta nera della Decima Mas con il motto “Memento ardere semper” (Ricorda di osare sempre), il tutto mandato in onda su Rai 1 nella clip di riepilogo della settimana di allenamento di Montesano con la sua partner Alessandra Tripoli.

La denuncia su twitter di Selvaggia Lucarelli

È stata la giornalista Selvaggia Lucarelli, giudice del programma, a denunciare il look inappropriato di Enrico Montesano con un post su twitter, il giorno seguente alla puntata poiché, come da lei affermato, non l’aveva notato durante la diretta.

“Dalle immagini di ieri vedo Montesano fare le prove di Ballando con la maglietta della Decima mas che, se a qualcuno sfugge, è una formazione militare che ha combattuto accanto ai nazisti contro i partigiani, nonché simbolo del neofascismo”, le parole della Lucarelli. La Decima mas, infatti, era il reparto di assalto della Marina militare fascista, colpevole di crimini di guerra contro la resistenza italiana.

Riccardo Laganà: “Pessimo messaggio, auspico seri provvedimenti”

Sull’episodio era subito intervenuto anche il consigliere di amministrazione Rai, Riccardo Laganà, criticando la gestione dell’episodio da parte della società di produzione del programma, in particolare la messa in onda della clip dalla quale è emerso un “pessimo messaggio, irricevibile per il servizio pubblico”. Lo stesso consigliere aveva chiesto rispetto per i cittadini e per la Costituzione e auspicato seri provvedimenti.

Provvedimenti arrivati in serata con l’esclusione di Enrico Montesano dal programma e le scuse della Rai a tutti i telespettatori, il tutto sintetizzato nel seguente comunicato:

"Quanto accaduto ieri sera a “Ballando con le stelle”, in onda su Rai1, è inaccettabile. Resta inammissibile che un concorrente di un programma televisivo del servizio pubblico indossi una maglietta con un motto e un simbolo che rievocano una delle pagine più buie della nostra storia. Chiediamo scusa a tutti i telespettatori e, in particolare, a coloro che hanno pagato e sofferto in prima persona a causa del nazifascismo a cui proprio quella simbologia fa riferimento. È decisione, dunque, della Rai interrompere la partecipazione di Enrico Montesano alla trasmissione del sabato sera “Ballando con le stelle”.

Le scuse di Enrico Montesano

L’attore romano, che in mattinata dopo il tweet della Lucarelli si era limitato a scrivere sui social: "Buona domenica, le strumentalizzazioni lasciamole ad altri", subito dopo la squalifica si è invece scusato di quanto accaduto dando la sua giustificazione:

"Sono profondamente dispiaciuto e amareggiato per quanto accaduto durante le prove del programma. Sono un collezionista di maglie ho quella di Mao, dell’Urss, ma non per questo ne condivido il pensiero. Non c’era in me nessuna intenzione di promuovere messaggi politici o apologia di fascismo da cui sono profondamente distante. Sono sempre stato un uomo libero e democratico. Credo nei valori della costituzione e mi scuso profondamente con chi si è sentito offeso e turbato. È stata un’ingenuità. Io col nazifascismo e tutti i totalitarismi non c’entro nulla e li disprezzo profondamente. Chiedo ancora scusa".