Autore: Giacomo Mazzarella

Fisco e Tasse

Auto: quando la legge 104 non fa pagare il passaggio di proprietà

Esenzione dalle imposte di trascrizione per chi ha i benefici della legge 104.

Per gli invalidi la legge 104 da diritto ad una lunga serie di benefici fiscali e non solo. Nel campo delle auto sono molte le agevolazioni in vigore, anche per i familiari del disabile. E tra queste agevolazioni anche quelle relative al passaggio di proprietà.
Ci sono soggetti infatti che non sono tenuti a pagare le canoniche imposte di trascrizione sui passaggi di proprietà per l’acquisto di una auto.

Disabili, legge 104 e passaggio di proprietà

Gli invalidi che sono titolari anche dei benefici della legge 104 hanno diritto alle agevolazioni fiscali auto. Una delle agevolazioni forse meno note ai più è quella relativa al passaggio di proprietà per acquisto di una auto sia nuova che usata. Una agevolazione comunque, non per tutti, perché riguarda invalidi, ma solo di una determinata tipologia.

Non pagano le imposte di trascrizione sui passaggi di proprietà i disabili con amputazioni plurime o con gravi invalidità come previsto proprio dalla legge 104 (articolo 3 comma 3 legge 104/92 ).

Legge 104 e passaggio di proprietà gratuito, come funziona

Come tutte le agevolazioni relative alle condizioni di disabilità, anche questa per il passaggio di proprietà può essere appannaggio sia del disabile con invalidità grave che da un familiare che lo assiste. Il vincolo però, per poter godere di questa agevolazione, deve essere utilizzato solo ed esclusivamente da e per il soggetto disabile che ha i benefici della legge 104 e per il quale il veicolo è stato acquistato.

Per godere dell’esenzione dalle imposte di trascrizione sui passaggi di proprietà, ci sono anche vincoli alle tipologie di veicoli da considerare. Infatti per godere dell’esenzione i veicoli devono essere alternativamente autoveicoli, motoveicoli a uso promiscuo o motocarrozzette.
Inoltre se il veicolo è alimentato a gasolio, non deve essere di potenza superiore a 2.8 cc e se alimentato a benzina non superiore a 2.0.

L’esenzione è valida sia per l’acquisto di un auto nuova che per un passaggio di proprietà che riguarda un veicolo di seconda mano e può essere richiesta per un solo veicolo a soggetto.

Domanda di agevolazione, come si fa? Documenti e procedura

Anche questo genere di agevolazione sull’acquisto di una auto o di un mezzo simile va ottenuta presentando domanda di esenzione al Pubblico Registro Automobilistico (PRA). Alla domanda occorre allegare:

  • La copia del verbale della Commissione Medico Civile che ha assegnato i benefici della legge 104 art. 3 comma 3;
  • Se soggetto con indennità di accompagnamento, anche il verbale della Commissione Medico Civile che ha assegnato l’indennità;
  • Se richiesta per un familiare disabile, autocertificazione in cui si attesta che il disabile è a carico fiscalmente del soggetto richiedente l’agevolazione;
  • Copia del documento d’identità del richiedente;
  • Copia della patente speciale nel caso il soggetto richiedente ne è in possesso.