Autore: Costantino Ferrulli

Alex Zanardi: notizie positive dal San Raffaele

L’ospedale milanese, dov’è ricoverato il campione paralimpico, comunica “miglioramenti clinici significativi”

Arrivano notizie positive dall’Ospedale San Raffaele di Milano, dove, dal 24 luglio, è ricoverato Alex Zanardi, il campione paralimpico vittima di un grave incidente stradale lo scorso 19 giugno.

Miglioramenti clinici significativi per Alex Zanardi

Secondo il comunicato del nosocomio milanese, l’ex pilota di Formula 1, dopo un periodo di cure intensive, ha risposto con miglioramenti clinici significativi, tale da passare a cure semi-intensive, presso l’Unità Operativa di Neurorianimazione, diretta dal professor Luigi Beretta.

L’incidente durante una manifestazione benefica

Alex Zanardi, mentre percorreva la Strada Statale 146, nel territorio del comune di Pienza (Siena), durante una tappa di Obiettivo tricolore, manifestazione benefica organizzata dallo stesso Zanardi, aveva perso il controllo della sua handbike, terminando la sua corsa contro il montante di salita degli autisti di un camion.

Trasportato in elicottero in gravissime condizioni al Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena, era stato subito sottoposto ad intervento chirurgico, a causa del grave trauma cranico riportato.

Tre interventi chirurgici prima del trasferimento in un centro di riabilitazione

Dopo dieci giorni, il campione paralimpico era stato sottoposto a nuovo intervento chirurgico, dopo i risultati della TAC, che ne aveva manifestato la necessità. Il 6 luglio il terzo intervento, volto alla ricostruzione cranio-facciale e alla stabilizzazione delle zone interessate dal trauma riportato in seguito all’incidente, prima della conclusione del programma di sedo-analgesia e il successivo trasferimento presso il centro specialistico di neuro-riabilitazione Villa Beretta, a Costa Masnaga (LC).

Trasferimento d’urgenza al San Raffaele

Dopo soli due giorni di degenza presso Villa Beretta, Alex Zanardi era stato trasferito nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale San Raffaele di Milano, a causa dell’instabilità delle sue condizioni cliniche.

Presso il nosocomio milanese era stato sottoposto ad un nuovo intervento chirurgico per il trattamento di alcune complicanze tardive dovute al trauma cranico primitivo .