Autore: Patrizia Del Pidio

Monete complementari - Contante

500 lire Caravelle in argento, una moneta che vale fino a 12mila euro

Parliamo di monete rare tornando alla Lira: 500 lire in argento hanno un valore che supera i 10mila euro.

Tutti rimpiangiamo, in qualche modo le nostre amate Lire: il passaggio all’euro, infatti, in molti casi ha comportato un impoverimento a causa dell’innalzamento di prezzi e servizi. Ma le vecchie lire non hanno soltanto un valore affettivo, visto che in molti casi possono averlo anche economico.

500 lire argento caravelle

Se parliamo di 500 lire moltissimi ricorderanno la moneta bimetallica, quella che ci ha accompagnato fino all’avvento dell’euro, qualcun altro, invece ricorderà anche le 500 lire di carta.

Pochi rammentano le 500 lire in argento che sono state coniate con diversi soggetti. Ci son le 500 lire di Dante, ma anche quelle con le caravelle.Le 500 lire in argento 835, come abbiamo specificato, sono state emesse in diversi coni, alcuni dei quali hanno assunto, con il passare degli anni, un valore molto interessante.

Le 500 lire caravelle sono state le prime coniate in Italia in argento (ma anche in generale) ed il primo conio risale al 1957.

La prima moneta in assoluto coniata con le caravelle fu una versione di prova, riservata ai soli Senatori e Deputati della Repubblica. Proprio per questo il conio di prova ebbe una tiratura limitata poichè era stata pensata come moneta commemorativa.

Ma la moneta di prova del 1957 è anche molto particolare perché fu coniata con un errore: le bandiere sulla cime degli alberi maestri delle caravelle sventolano contro vento rispetto alle vele.
Ad accorgersi dell’errore fu un capitano della Marina Italiana e, quindi, i coni delle 500 lire in argento caravelle successive sono senza questo errore.

Proprio per questo motivo la moneta di prova arriva ad avere un valore molto molto alto: oltre ad essere praticamente introvabile, presenta anche quell’errore che la differenzia dal resto delle monete di 500 lire con le caravelle. Anche se questa moneta fu coniata per molti anni (dal 1958 al 1961 e poi di nuovo dal 1964 al 1982) la più famosa resta quella del 1957 (attenzione la moneta in questione è stata anche falsificata innumerevoli volte).

Si tratta forse della moneta più famosa de conio italiano con un valore di mercato che va dai 2500 ai 12 mila euro in base allo stato di conservazione della stessa. Resta inteso che le monete più preziose sono quelle fior di conio. Quelli che hanno circolato, invece, anche se sono in buonissime condizioni hanno un valore che oscilla tra i 5000 gli 8000.

Per approfondire leggi anche: Vecchie lire: le monete che valgono fino a 4000 euro