Autore: Fiammetta Rubini

multe - Codice della strada

15
Mag

Gomme estive 2017: quando cambiarle? Scadenze, obblighi e multe

Torna l’obbligo delle gomme estive per le auto: oggi 15 maggio ultimo giorno utile per cambiare gli pneumatici invernali. Info utili su scadenze, costi, multe e modalità del cambio gomme per l’estate 2017.

È tempo di cambiare le gomme dell’auto e passare da quelle invernali a quelle estive, altrimenti si rischia una multa salatissima. Oggi 15 maggio è l’ultimo giorno utile per adeguarsi al cambio gomme senza incorrere in sanzioni.

Il 15 aprile 2017 è scaduto l’obbligo di impiegare le gomme invernali a favore degli pneumatici estivi, o le cosiddette gomme 4 stagioni. In quasi tutta Italia, quindi, automobilisti e motociclisti devono provvedere al cambio delle ruote, sia per motivi di sicurezza e comfort su strada sia per evitare pesanti sanzioni amministrative.

Con l’arrivo del caldo, infatti, la tenuta di strada e frenata delle gomme winter sono peggiori di quelle delle estive e il deterioramento del battistrada è molto più rapido. Il Codice della Strada, quindi, prevede che da una certa data in poi scattino le infrazioni per tutti coloro che mantengono gli pneumatici invernali anche nel periodo estivo, a eccezione dei casi in cui il codice di velocità delle gomme montate è uguale o superiore a quello indicato sul libretto.

Per evitare di correre rischi su strada e di prendere una multa per non aver effettuato il cambio gomme per l’estate 2017 bisogna quindi conoscere il termine massimo entro cui poter smontare le ruote termiche e passare alle gomme estive o 4 stagioni. Ecco chi è obbligato a fare il cambio gomme e tutto quello che bisogna sapere al riguardo.

Gomme estive 2017: termine di scadenza e multe

La circolare del Ministero prevede che dal 15 aprile al 15 maggio 2017 gli automobilisti in possesso di pneumatici invernali di tipo M+S debbano necessariamente fare il cambio gomme e montare gli pneumatici estivi o 4 stagioni.

Dal 16 maggio al 14 ottobre 2017 scatta quindi la sanzione amministrativa prevista per chi infrange le regole: si rischia una multa che va da 422€ a 1695€, il possibile ritiro del libretto e l’obbligo di “visita e prova” presso una sede provinciale della Motorizzazione per verificare il ripristino delle caratteristiche corrette.

Perché sia prevista la multa, però, il codice di velocità delle gomme (ossia l’indice che corrisponde alla velocità massima alla quale un pneumatico può viaggiare) con cui si circola d’estate deve essere inferiore a quello indicato sul libretto di circolazione dell’auto alla voce “Pneumatici”. Ciò vuol dire che si è esenti da sanzioni se il codice di velocità è uguale o superiore a quello riportato sul libretto.

Gomme estive 2017: perché conviene montarle e quanto costa

Se il codice velocità riportato sulla gomma corrisponde alle indicazioni del libretto è possibile tenere le gomme termiche anche durante la stagione estiva, senza incorrere in multe, ma non è certo la scelta più saggia e corretta visto che, come abbiamo detto, le gomme invernali sono molto sensibili all’innalzamento delle temperature e tendono addirittura a “sciogliersi” sull’asfalto rovente.

Infatti il cambio gomme nella bella stagione conviene non solo al portafogli, ma anche alla sicurezza su strada e alla vita degli pneumatici. Le gomme estive sono progettate per viaggiare a temperature sopra i 7°, hanno una buona resistenza e una tenuta ottimale anche su asfalto rovente. Inoltre consumano meno rispetto alle ruote invernali e sono meno rumorose alle velocità medio-alte. Infine possono essere usate anche fuori stagione, ma solo a patto che vengano montate le catene.

Per tutti questi motivi è buona norma procedere al cambio gomme non appena scade l’obbligo delle ruote invernali. I costi non sono eccessivi: in quanto a consumi di benzina il risparmio è notevole, inoltre se già avete un treno di pneumatici estivi vi basterà prendere appuntamento col gommista, che per montarle chiederà all’incirca tra i 20 e i 60€. Con la scusa potete approfittarne anche per controllare le condizioni generali delle gomme, la pressione e per intervenire, eventualmente, sul bilanciamento.