Autore: Ilaria Roncone

Virginia Raggi - Comune di Roma - Meteo

17
Dic

Neve a Roma: quando potrebbero cadere i fiocchi

Quando potrebbe nevicare a Roma e cosa bisogna fare, in caso? Vediamo tutto ciò che è necessario sapere per prepararsi all’arrivo della neve a Roma.

Quando nevicherà a Roma? L’ondata di gelo che ha colpito la penisola negli ultimi giorni ha portato neve in montagna e fino a bassa quota anche in Emilia Romagna, dove moltissime città si sono svegliate sotto una coltre bianca.
Quando potrebbero cadere i fiocchi a Roma? Ancora non c’è certezza sul quando, ma sicuramente il freddo che ha colpito tutta Italia, capitale compresa, apre le porte alla possibilità che nevichi anche nella città di Romolo e Remo.

Ma quando potrebbe cadere la neve a Roma? Per il momento non ci sono previsioni meteo attendibili per la Capitale che dimostrino una possibile nevicata, ma date le temperature così basse non sono da escludere dei fiocchi anche per il 2019. Come per la neve nel 2018 il periodo di maggiore freddo si attende per gennaio/febbraio e questo potrebbe voler dire vedere ancora una volta il Colosseo innevato e Via de Fori con il candore della neve.
La sindaca però si prepara con un’ordinanza per la neve, in modo da avvisare i cittadini e non farsi trovare impreparati.

Vediamo allora come è opportuno comportarsi in caso di neve secondo le raccomandazioni del Comune di Roma.

Neve a Roma: cosa fare?

Quando nevica a Roma ci sono una serie di accorgimenti e di regole da rispettare per ridurre al minimo i disagi nella città. Marciapiedi da mantenere puliti, rubinetti aperti e catene per i mezzi pubblici: questi i modi per non farsi trovare impreparati con l’arrivo del freddo e le conseguenti possibilità che nevichi.
Le linee guida arrivano direttamente dal Campidoglio tramite un’ordinanza firmata da Virginia Raggi. Nell’atto c’è scritto che a Roma potrebbero verificarsi "precipitazioni nevose e ondate di grande freddo, con conseguente formazione di ghiaccio”, andando poi ad esporre le misure per prevenire i problemi relativi a ghiaccio e neve.

Anche il traffico nella capitale, visti neve e ghiaccio, può risentire delle temperature rigide con conseguenze negative sulla vita sociale e sui servizi.
Vediamo nel dettaglio le linee guida esposte nel comunicato del Campidoglio sul tema neve:

  • proprietari e gestori di stabili devono occuparsi, durante e dopo le nevicate, di mantenere sgombri i marciapiedi antistanti i loro stabili per due metri di lunghezza dalle 8 alle 20;
  • per quanto riguarda l’acqua potabile, qualora la temperatura dovesse scendere bruscamente sotto gli 0° si fa raccomandazione di tenere aperto il rubinetto di utilizzazione più vicino a contatore, bocca di erogazione o tubo di ingresso idrico dello stabile così da evitare il congelamento con la conseguente rottura delle tubature;
  • 55 mezzi spargisale entreranno in azione in caso di ghiaccio;
  • tutti i mezzi del trasporto pubblico avranno l’obbligo di tenere le catene a bordo. Per i mezzi del Comune e i bus Atac, in alternativa, c’è anche la possibilità di utilizzare pneumatici invernali;
  • invito ai tassisti a protrarre il loro orario di lavoro oltre il consueto;
  • richiesta al Direttore delle Politiche Sociali di coordinare "appropriati interventi con particolare riguardo ai senza fissa dimora”.

Non rispettare l’ordinanza comporta una multa da parte della Polizia Locale.