Autore: B.A

27
Mar 2020

Bonus 600 euro: ecco come fare e quando arriva l’indennizzo

Ecco le ultime novità sulle modalità di funzionamento dei bonus.

Presto di potranno presentare le domande per il bonus da 600 euro aperto a Partite Iva, lavoratori stagionali, dello spettacolo o agricoli. Si resta ancora in attesa della circolare Inps, quella che metterà nero su bianco procedure e date. Per il momento vanno registrate le parole del Premier Conte e del Presidente dell’INPS, Pasquale Tridico. Per il momento sembra che tutto sarà pronto per il via alle istanze dal 1° aprile. Lo ha confermato l’INPS sul suo siti. L’Istituto ha anche iniziato a dare le prime indicazioni operative.

Pin e procedura semplici

Ieri sera l’INPS ha emanato un messaggio che non ha fatto altro che confermare le anticipazioni che aveva prodotto il suo Presidente Tridico. Anche chi non ha dimistichezza con Pin, credenziali di accesso e password, sarà agevolato come procedura. Infatti tutti potranno avere accesso all’area riservata. Innanzi tutto potranno utilizzare la procedura quelli che hanno già lo Spid, la carta nazionale dei servizi o il Pin dispositivo dell’INPS. Per loro, accedendo all’area My Inps, prestazioni e servizi e di potrà chiedere i bonus. Ma sarà semplice anche per chi non ha queste credenziali. La procedura metterà questi soggetti nella condizione di poter accedere richiedendo seduta stante il Pin, che arriverà in tempo reale al richiedente, tramite SMS o Email. E basterà quel pin, immediatamente funzionale, per poter richiedere i bonus.

Fondi sufficienti?

Per il sostegno a famiglie, lavoratori e imprese, il governo ha stanziato 11 miliardi di euro. Indiscrezioni sulle date di accredito sottolineano che con ogni probabilità, ci vorrà un mese prima di iniziare a pagare i bonus ai richiedenti. Sembra pressoché certo che le erogazioni verranno effettuate scaglionate, cioè in base alla data di presentazione delle domande. Tridico ha tranquillizzato tutti sul fatto che i soldi per i pagamenti dei bonus, che ricordiamo, sono solo per marzo, basteranno. E probabilmente il governo stanzierà ancora 25 miliardi per il mese di aprile. E si dovrebbero replicare i bonus e senz’altro, pure le domande. Siamo quindi ormai prossimi all’avvio di questi bonus. Le voci e le indiscrezioni danno per imminente l’avvio. Per l’ufficialità però occorre attendere la circolare dell’INPS.

Come funzionerà tutto?

Ricapitolando, i 600 euro alle Partite Iva e agli autonomi, ma anche a stagionali e agricoli, arriveranno entro un mese, quindi per fine febbraio.
Dal primo aprile quindi, bisognerà collegarsi al sito dell’Inps per presentare la domanda online. Si dovrà cliccare su entra in My Inps” e poi su “richiedi e gestisci il tuo Pin” per chi dovrà richiederlo la prima volta. I soldi verranno versati direttamente sul conto corrente del richiedente. Infatti in sede di presentazione della domanda occorrerà indicare pure il codice IBAN.