Autore: Alessandra Colucci

Terremoto - Italia

13
Nov

Street Art per Amatrice

"Street Art per Amatrice 2017”, un progetto ideato da Mauro Sgarbi, per donare colore alle mura della città di Amatrice, ricostruite dopo il sisma.

Colori, bombolette spray e tanti sorrisi, sono stati i protagonisti della scorsa settimana ad Amatrice.
Il progetto, "Street Art per Amatrice" ha regalato così, una nuova luce alle mura della città.

L’ idea e la sua realizzazione

Street Art per Amatrice 2017 è nato attraverso la collaborazione di tre figure differenti: l’associazione culturale Up2Artists (Up2A), il famoso Street Artist Mauro Sgarbi e dalla storica dell’arte Simona Capodimonti.

Dal 9 all’11 novembre, si sono alternati artisti di fama internazionale, realizzando opere su via del Castagneto e su Strada Regionale 260.
Gli artisti in questione sono:

  • Beetroot
  • Moby Dick
  • Maupal
  • Giusy Guerriero

Tutti principalmente romani, con stili diversi, ma con lo stesso obiettivo: regalare momenti piacevoli, a tutti quei cittadini che si ritrovano a camminare tra le mura di una città sopravvissuta.

Durante le giornate, inoltre, sono stati raccolti fondi per portare sostegno alla popolazione di Amatrice.

Le opere

Messaggi di rinascita, di tradizione e cultura del territorio.
Questi i temi che hanno accompagnato gli artisti nella realizzazione delle loro opere a via Del Castagneto.
Mauro Sgarbi afferma:

Sentendo i problemi della ricostruzione, ho iniziato a chiedermi che tipo di contributo avrei potuto dare come artista.
Ho pensato che l’arte avrebbe potuto portare sollievo alle ferite dell’animo degli abitanti.
Ho parlato col sindaco. Mi hanno assegnato un muro molto grande, ho coinvolto altri artisti.
Il tema è stato deciso insieme: la speranza.

Una fenice, è stato il soggetto scelto da Mauro per sottolineare la rinascita della città.

Betroot dipinge il salvataggio con i cani tra le macerie, Moby Dick decide di dedicare la sua opera a Camilla, cagnolina che muore salvando molte vite.

Infine, Maupal realizza un piatto di amatriciana, come simbolo della tradizione e Giusy rappresenta una donna tra i palazzi distrutti dal sisma.