Autore: Chiara Ridolfi

Gossip - Musica

28
Feb

Robbie Williams e i problemi di salute: malattia mentale mette a rischio la sua vita

Il cantante inglese Robbie Williams, in un’intervista al The Sun, dichiara di avere problemi con una malattia mentale e che in più occasioni avrebbe rischiato di morire.

Ho una malattia nella testa che mi vuole uccidere” questa la dichiarazione di Robbie Williams in un’intervista con il The Sun. Il cantante inglese da tempo starebbe combattendo contro una malattia mentale che in più occasioni lo avrebbe portato vicino alla morte.
Il problema sarebbe molto simile a quello del collega George Micheal, scomparso nel Natale 2016, morto per problemi cardiaci. Lo stesso Williams ha infatti affermato di avere un problema molto simile a quello del suo collega scomparso.

L’ex componente dei Take That ha dichiarato inoltre di essere in pericolo di vita ogni qualvolta venga lasciato solo e che la sua forza continua ad essere la musica. Al momento Robbie Williams è in tour in Australia, dove si esibirà in diverse città.
Il cantante ha spiegato di essersi reso conto per la prima volta dei suoi problemi all’età di 19 anni e che da allora la sua vita è stata una costante lotta con ansie, droghe, alcool e problemi di vario genere.

Nel corso degli anni Williams è andato vicino alla morte in più occasioni e nel 2007 si è recato in un centro di recupero per disintossicarsi, ma i suoi problemi sono continuati. Nel 2009 infatti il cantante venne ricoverato d’urgenza per un cocktail di alcool e sostanze stupefacenti che stavano per ucciderlo.
Nel corso dell’intervista al The Sun dichiara però di essere consapevole di non essere invincibile e che arrivato a 44 anni ha compreso che ora deve fare più attenzione alla propria salute e prendersi cura di se stesso.

Al quotidiano inglese ha inoltre rivelato di esser stato ricoverato per una settimana a settembre a causa di alcune macchie (somiglianti a sangue) presenti all’interno del cranio. I medici si sarebbero resi conto della problematica dopo una brutta caduta avvenuta nel back stage della sua tappa di Zurigo.
Dopo i controlli, lo staff medico avrebbe prescritto a Williams 2 mesi di stop, motivo per cui ha dovuto cancellare le date in Russia.

La malattia, che sembrerebbe essere una forma di depressione, viene descritta in questo modo dal cantante:

Fortunatamente e sfortunatamente sono incline a sabotare tutto. Ho una malattia nella testa che mi vuole uccidere. A volte mi travolge, a volte è uno strumento del quale ho bisogno per salire sul palco. A volte vivo nella beatitudine ed è meraviglioso. Ma il più delle volte sono umano, con un’esperienza umana e cerco di affrontare le prove e le tribolazioni di ciò che accade tra le mie orecchie.

Le parole di Robbie Williams stanno facendo il giro del mondo e i fan hanno subito fatto sentire il loro affetto e sostegno al cantante.