Autore: Redazione

24
Ott

Risultati di ricerca impazziti: Google mette in pericolo la salute dei cittadini

I risultati su Google nel settore medico sembrano impazziti senza una ragione logica, la denuncia della Dott.ssa Carrano.

Anche Google può sbagliare e questa volta l’ha fatta grossa. A causa di un recente aggiornamento dell’algoritmo che regola il motore, infatti, risultati di ricerca “migliori farmacie online”, “miglior farmacia online” e “farmacia online” hanno subito delle alterazioni estremamente pericolose per gli utenti che quotidianamente navigano il web favorendo siti che vendono illegalmente farmaci dall’estero per i quali in Italia vige una stringente normativa.
A segnalare il problema in un articolo è la dottoressa Maria Carrano, farmacista e fondatrice del portale Salutarmente.it.

Che cosa sta succedendo
A partire dal 1° agosto 2018 Google ha radicalmente cambiato i risultati di ricerca per le frasi sopra citate. Spesso questi aggiornamenti vengono rilasciati per fornire agli utenti dei risultati migliori rispetto ai precedenti mentre questa volta è accaduto l’esatto contrario.
Digitando frasi che hanno a che fare con le farmacie online, infatti, vengono fuori una serie sterminata di siti web illegali che vendono farmaci con obbligo di prescrizione medica la cui dispensazione è vietata dalla legge italiana.
In particolare, i siti in questione vogliono promuovere la vendita di farmaci la cui richiesta sul mercato è molto elevata.
Parliamo delle seguenti specialità medicinali:
Viagra®;
Cialis®;
Levitra®;
Lasix®.

Scrivendo “migliori farmacie online” è possibile imbattersi in risultati di ricerca che mostrano negozi con prodotti vietati in bella mostra che eludono la legge italiana.