Autore: Sara Tamisari

Sicurezza del volo - Ryanair - Dipendente - Stipendio

28
Set

Perché Ryanair cancella i voli fino a marzo 2018?

Ryanair continua a cancellare i voli, fino a marzo 2018, perché lo sta facendo? Ecco spiegata la situazione della compagnia aerea.

Perché Ryanair continua a cancellare i voli? Questa volta la lista si protrae fino a marzo 2018 e andrà anche oltre. Sarà coinvolta anche l’estate dell’anno prossimo: di mezzo ci andranno meno di 400 mila passeggeri questa volta.

Che cosa succede a Ryanair?

A poco più di una settimana dall’uscita della lista che annunciava le cancellazioni dei voli per il mese di ottobre, oggi è uscita una nuova lista, questa volta le cancellazioni di protraggono fino a marzo 2018. Ryanair ha annunciato che non si fermeranno qui, che cosa sta succedendo?

Le motivazioni dell’ingente numero di tagli ai voli sono state subito spiegate da Ryanair, il problema principale era la mancanza di personale, tutto quel personale che insoddisfatto da salario e/o trattamento ha lasciato la compagnia irlandese per cercare fortuna in altri lidi.

Sono i piloti soprattutto a non essere soddisfatti del lavoro di Ryanair, si diceva che uno dei motivi principali per il quale molti dipendenti della compagnia abbiano abbandonato era la mancanza di ferie.

Dopo lo scandalo della scorsa settimana Ryanair continua a mettere carne sul fuoco e a cancellare voli di alcune delle tratte più percorse.

Questa volta Ryanair mette subito le mani avanti comunicando che non si tratta di semplici cancellazioni ma di una vera e propria revisione dei voli: la compagnia irlandese ha deciso di ridimensionare il proprio traffico aereo e di diminuirlo leggermente per fare in modo che non si creino più situazioni come quella di ottobre. In questo modo non dovrebbero esserci più cancellazioni improvvise e i passeggeri dovrebbero poter dormire sogni tranquilli.

Il ridimensionamento

Questo ridimensionamento del traffico aereo di Ryanair, consiste, secondo la compagnia, in una riduzione annuale dei passeggeri da 131 milioni a 129 milioni. Questione ovviamente dovuta alla stessa riduzione della flotta che passerà da 445 aerei a 435.

La compagnia irlandese questa volta è preparata e in un comunicato stampa ha affermato che queste nuove cancellazioni coinvolgeranno meno di 400mila passeggeri ricordando agli stessi che è possibile modificare gratuitamente il proprio volo oppure ottenere un rimborso immediato dello stesso più 40€ in voucher per poter acquistare un nuovo volo.

I passeggeri che vedranno cancellato il proprio viaggio dovrebbero già aver ricevuto la mail di conferma di cancellazione del volo, in caso contrario non si riceverà niente e si potrà stare tranquilli.

In sostanza la compagnia, dopo questo ridimensionamento, dovrebbe tornare a essere affidabile, certo non è chiaro che tipo di impatto potrà avere questa riduzione sui costi di Ryanair, famosa soprattutto per offrire un servizio Low Cost ai propri clienti, non resta che attendere per assicurarsi che almeno i prezzi rimangano gli stessi.