Autore: Marta Liberti

Scuola

24
Ago

Obbligo vaccinale a scuola, trovato accordo ANP-MIUR: genitori responsabili delle autocertificazioni

L’incontro di oggi tra ANP e MIUR ha dato il verdetto: si alle autocertificazioni dei vaccini e no ai controlli effettuati dalla scuola. I genitori sono responsabili in toto.

L’Associazione nazionale dirigenti e alte professionalità della scuola e il MIUR, alla presenza del ministro dell’Istruzione Bussetti, hanno raggiunto un accordo sul tema vaccini. Saranno i genitori ad essere totalmente responsabili di quello che dichiareranno alla scuola con le autocertificazioni sui vaccini e la scuola non avrà alcun obbligo di controllo rispetto alla veridicità di ciò che viene dichiarato. L’ANP ha fatto sapere attraverso un comunicato stampa diffuso oggi che il Presidente dell’associazione, Antonello Giannelli, si dice pienamente soddisfatto della posizione che il ministro Bussetti ha assunto in merito alla questione: i dirigenti scolastici non saranno ritenuti responsabili del controllo di eventuali autocertificazioni false.

Leggi anche:Treviso, immunodepressa e in classe con non vaccinati: la denuncia della famiglia

Autocertificazione vaccini: no ai controlli della scuola

La circolare ministeriale del 5 luglio scorso aveva informato tutti della possibilità che toccasse proprio ai dirigenti scolastici delle scuole verificare – a campione – che quanto dichiarato nelle autocertificazioni di vaccinazione dei bambini fosse vero. Oggi, però, i presidi possono dirsi tranquilli: sono stati sollevati dalla responsabilità di un ruolo che gli sarebbe risultato molto scomodo. La scuola infatti, sin dall’inizio, si è sempre dichiarata non disposta a farsi carico di controlli di questo genere. In merito alla questione, i dirigenti scolastici avevano proposto – così come prevede la Legge Lorenzin attualmente in vigore – di richiedere al momento dell’iscrizione un certificato ASL che attesti l’avvenuta vaccinazione.

Autocertificazioni false: la responsabilità è dei genitori

In merito alla questione Giannelli ha dichiarato: “Il Ministro ci ha garantito che le eventuali responsabilità connesse ad autocertificazioni non veritiere ricadranno esclusivamente sugli autori delle stesse. Ribadiamo la posizione da noi già espressa nei giorni scorsi relativamente all’obbligo di vaccinazione ed al rischio di ammettere nelle scuole i bambini non vaccinati.
Naturalmente, finché resta in vigore l’attuale legge sugli obblighi vaccinali, per garantire la tutela della salute di tutti i bambini ed in particolare di quelli immunodepressi, dovranno essere effettuati i controlli previsti dall’art 71 del DPR 445/2000. In merito alle autocertificazioni, Giannelli ha invece dichiarato: «Ritengo che si debbano accettare le autocertificazioni solo ed esclusivamente laddove le ASL non siano in grado di rilasciare le certificazioni, circostanza che i genitori dovranno dichiarare sotto la propria responsabilità».