Autore: Elisabetta Elia

Automobili - ATAC - Italia - moto - scooter - Trasporti

17
Ott

Muoversi a Roma senza mezzi pubblici: 3 applicazioni utili

Muoversi a Roma senza mezzi pubblici potrebbe essere la situazione ideale per chi vive e lavora nella Capitale. Enjoy, Car2go e Scooterino: tre applicazioni utili.

Per muoversi a Roma è necessario conoscerla bene e soprattutto saper organizzare le proprie giornate, consapevoli del fatto che i mezzi pubblici sono spesso in ritardo o sovraffollati. Il caos che sta attanagliando il trasporto urbano, infatti, sembra peggiorare ogni giorno e l’apertura completa della linea metro C viene rimandata di mese in mese.

Per questo in molti scelgono mezzi alternativi per muoversi nel traffico romano. Di seguito, vi mostreremo il funzionamento di tre applicazioni utili per essere indipendenti e sempre in orario.

Muoversi a Roma: Enjoy, Car2go e Scooterino

L’Enjoy è certamente l’applicazione più famosa di car sharing e ha avuto grande successo in Italia, ma soprattutto nelle grandi città come Roma e Milano, piene di studenti fuori sede o di lavoratori che cercano una propria indipendenza.

Ma come funziona Enjoy? Prima di tutto, bisogna scaricare l’applicazione Enjoy dal proprio Play Store o App Store e creare un account, in cui è necessario inserire anche i dati di una carta di credito o bancomat. Una volta registrati, quando è necessario cercare un’auto enjoy basta cercarla nella mappa presente nell’applicazione e grazie alla geolocalizzazione avrai i risultati a te più vicini. A questo punto, basta bloccare la macchina (il blocco dura 15 minuti, di modo che tu abbia tempo per arrivarci) e una volta arrivati accedere grazie al codice pin inviato sul telefonino.

Leggi anche Confronto prezzi Car sharing Roma: quale servizio conviene?

Il costo per l’Enjoy è di 25 centesimi al minuto (fino al cinquantesimo kilometro), mentre se si vuole noleggiare la macchina per 24 ore, anche questo è possibile, ma pagando direttamente 50 euro. La comodità di questo servizio di car sharing è che è completamente gratuito e che benzina e parcheggio non comportano alcun pagamento (è possibile infatti parcheggiare anche sulle strisce blu senza alcun problema).

Car2go è un altro servizio privato di car sharing, attivo a Roma dal 2014. Funziona più o meno come l’Enjoy, con la differenza che il servizio non è completamente gratuito: al momento della registrazione, sarà necessario pagare 9 euro di iscrizione. Le tariffe sono di 24 centesimi al minuto entro i 50 km (dopo il cinquantesimo kilomero, costano 29 centesimi al minuti).

Anche con Car2go è possibile parcheggiare sulle strisce blu e passare nelle zone a traffico limitato. La procedura per la registrazione, invece, è un po’ più complicata dal momento che è necessario recarsi in una delle sedi Car2go e completare il tutto dal vivo.

Scooterino è invece un servizio un po’ diverso: fondamentalmente è possibile condividere il proprio motorino (o la propria moto) e dare un passaggio a chi compie lo stesso tragitto, ricevendo in cambio un rimborso tramite l’applicazione. Il funzionamento è abbastanza semplice: si scarica l’applicazione, ci si registra e chi dà i passaggi segna il tragitto che dovrà compiere durante quella giornata, chi invece ha bisogno di un passaggio fa la richiesta.

Al resto ci penserà l’applicazione, che metterà in contatto i due, che poi sceglieranno se completare o meno la richiesta. Scooterino è forse uno dei modi migliori per muoversi a Roma, certamente più rapido di qualunque altro veicolo in mezzo al traffico della Capitale.