Autore: Grazia Tomasello

Benessere - Salute - Meteo e Clima

26
Feb

Meteoropatia, rimedi e cure contro il mal di tempo

La meteoropatia è un malessere reale, dettato dai cambiamenti climatici e dall’incapacità del nostro corpo di adeguarsi. Ma chi ne soffre di più e quali sono i rimedi e le cure più efficaci? Leggi di seguito per scoprirlo!

La meteoropatia è un insieme di sintomi fisici e psicologici dovuti a un’eccessiva sensibilità per i cambiamenti climatici e il maltempo. I meteoropatici sono persone sensibili, che provano forti sensazioni di disagio e malessere quando cambiano temperatura, pressione, umidità, elettricità dell’aria.

Circa il 6% degli italiani soffre di questo disturbo, e sono sempre di più coloro che accusano disagi anche 2 o 3 giorni prima di una perturbazione. I sintomi possono essere vari: senso di debolezza, apatia, inquietudine, mal di testa, nervosismo, mancanza di appetito, dolori articolari.

Oggi la bioclimatologia è in grado di svelare i meccanismi che sono alla base della meteoropatia, detta anche mal di tempo, e a indicare i rimedi e le cure.

Meteoropatia, perché alcune persone ne soffrono?

I malesseri provati dalle persone affette da meteoropatia primaria sono dovuti all’ipotalamo, la centralina delle funzioni organiche che in queste persone non riesce a coordinare una risposta immediata dei sistemi ormonale, nervoso, immunitario ai cambiamenti del clima.
Funziona più lentamente e non adegua i meccanismi di difesa del corpo alle aggressioni degli agenti esterni.

Esistono anche i cosiddetti meteoropatici secondari, cioè coloro che percepiscono un riacutizzarsi dei sintomi di patologie già presenti: un reumatico sentirà aumentare i propri dolori, un cardiopatico potrà avere crisi di tachicardia ecc.

Meteoropatia, rimedi e cure

  • La cosa migliore da fare è quella di allenare la termoregolazione del corpo. Per allenarsi in questo senso occorre fare per almeno due mesi bagni o docce caldi, temperatura di 30° C, poi gradualmente più freddi, 20°-25°C.
  • Contemporaneamente è importante ossigenare il corpo, infatti è stato dimostrato che una carenza di ossigeno diminuisce sensibilmente la capacità di adattamento al freddo e al caldo; per riossigenare il corpo bisogna praticare attività fisica.
  • Bisogna curare l’alimentazione, seguendo una dieta corretta e completa, a base di sali minerali, vitamine, proteine e carboidrati, ma soprattutto ricca di sostanze antiossidanti e di alimenti che rafforzano le difese immunitarie, aiutando a combattere apatia e stanchezza fisica.
  • Bere infusi e tisane dalle proprietà calmanti e rilassanti, a base di biancospino, camomilla, malva, tè verde, valeriana, melissa e tiglio. Ottimi anche ricostituenti a base di ginseng, pappa reale e propoli, un vero toccasana contro malessere diffuso, stanchezza e debolezza fisica, che si verificano soprattutto nei cambi di stagione, quando si registra un generale indebolimento del sistema immunitario.