Autore: Chiara Virzi

Italia - PD - segretario partito - Matteo Renzi

2
Ago

Maria Elena Boschi: possibile candidatura a segretario Pd

Maria Elena Boschi ha annunciato in un’intervista la sua possibile candidatura al ruolo di segretario del Pd.

Maria Elena Boschi come nuovo segretario del Pd? Questo è quello che ha dichiarato in un’intervista al Fatto Quotidiano, malgrado le sue dichiarazioni, fin dalle elezioni del 2016, di volersi ritirare dalla politica.

Maria Elena Boschi vuole candidarsi come segretario del Pd.

La Boschi ha dichiarato di volersi candidare al ruolo di segretario del Partito Democratico. Un’idea, questa, che secondo il giornale del Fatto Quotidiano, al quale ha rilasciato l’intervista, sarebbe deleteria e soprattutto autodistruttiva per il partito.

La deputata, che già in occasione della campagna elettorale per le elezioni del 4 dicembre 2016 aveva dichiarato il suo ritiro dalla politica, qualora il Pd non avesse vinto il referendum costituzionale, stupisce invece il suo partito per l’ennesima volta. Dopo la sconfitta infatti la Boschi diventa vicepremier assieme a Paolo Gentiloni e continua a militare nel partito capitanato da Matteo Renzi, questa volta esprimendo il suo desiderio di volersi candidare come segretario.

La risposta del Pd alla candidatura di Maria Elena Boschi come segretario.

La risposta del Pd arriva dal deputato Luca Lotti che si è mostrato da subito contrario alla candidatura di Maria Elena Boschi. Lotti ha infatti esordito proponendo, come hanno fatto anche altri membri del Partito Democratico, la deputata Teresa Bellanova che a differenza però di Maria Elena Boschi, non avrebbe finora espresso alcuna volontà a candidarsi per il ruolo. Un altro candidato che i membri del Pd propongono invece è quello di Matteo Renzi, malgrado le numerose sconfitte da lui accumulate.

Il Pd dunque non sembra vedere molto di buon occhio, ma soprattutto di buon auspicio la sua candidatura. La spiegazione risiederebbe infatti nelle controindicazioni che comporta la sua vicinanza, ancora molto sentita, a Renzi. Avendo ormai perso molto del sostegno da parte degli italiani dopo le sconfitte politiche, l’ex segretario del Pd, così come la sua reciproca vicinanza all’operato politico della Boschi, non costituirebbero perciò la migliore strategia, per risollevare le sorti del partito. Quello che i membri del Pd chiedono è una voce e un nome che tramite il ruolo di segretario possa restituire al partito il consenso che va via via perdendo sempre di più.