Autore: Serena Console

Meteo - Maltempo - Comune di Roma

25
Feb

Maltempo, Roma apre il centro operativo comunale

Allerta maltempo a Roma e nel Lazio. Il Comune di Roma apre il Centro Operativo Comunale.

Come avevano annunciato gli esperti meteorologici, il maltempo colpirà l’Italia e Roma. Con Buran alle porte e il vento gelido siberiano, il Comune di Roma apre il Centro Operativo Comunale per ricevere segnalazione e comunicare ai cittadini le probabili criticità portate dall’ondata di gelo.
Freddo e neve sono attese sui castelli romani, mentre sulla Capitale si sono abbattuti già dalle prime ore del pomeriggio del 25 febbraio rovesci di forte intensità.

Roma apre il COC

A seguito dell’allerta meteo diramata dalla Protezione civile regionale, alle ore 14 del 25 febbraio è stata aperta la sala Coc, il Centro operativo comunale, per coordinare e assistere operativamente l’attuazione delle misure previste dal piano per rischio neve e ghiaccio, allegato all’ordinanza della Sindaca 189/2017, firmata a dicembre scorso; ulteriori disposizioni saranno emanate nel corso delle prossime ore.

Nella sede della Protezione Civile di Roma Capitale a Porta Metronia si riuniranno i Dipartimenti del Campidoglio competenti, la Polizia Locale, i Municipi e le società di pubblici servizi, alla presenza del vice sindaco Luca Bergamo, per fissare il dispositivo e le dotazioni necessarie per tutte le strutture deputate alla gestione dell’allerta. Insieme al COC verranno attivate anche le Ucl municipali, Unità di crisi locale, con il compito di presidiare e monitorare il territorio.

Chiusure delle scuole?

Ancora in fase di discussione la decisione di chiudere alcuni plessi scolastici della Capitale per la giornata del 26 febbraio. Con l’arrivo di Buran, la città potrebbe risvegliarsi imbiancata, anche se poi comparirà il sole.
Intanto molti Comuni, anche nei dintorni di Roma, hanno già deliberato l’ordinanza di chiusura delle scuole.

Nell’area dei Castelli Romani il sindaco di Castel Gandolfo per la giornata di lunedì 26 febbraio ha ordinato la chiusura di tutte le scuole per garantire la massima sicurezza degli alunni, dei docenti, del personale ausiliario e di tutti i cittadini, per il rischio di forti precipitazioni nevose previste a seguito dell’ondata di freddo siberiano che investirà nei prossimi giorni la penisola e l’area dei Castelli Romani.

La situazione nei Comuni del Lazio

Il Centro Funzionale Regionale del Lazio ha pertanto diramato un bollettino di criticità in cui si prevede nelle zone di allerta del Lazio: codice giallo per rischio idrogeologico per temporali su Bacini Costieri Nord, Bacino Medio Tevere, Appennino di Rieti, Roma, Aniene e Bacini Costieri Sud; codice giallo per rischio idraulico diffuso su Bacino del Liri. La Sala Operativa Permanente ha diramato l’allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza.