Autore: Marco Contini

Pensione - INPS

8
Gen

La Legge Fornero si può abolire? Ecco quanto costerebbe all’Italia

La Legge Fornero diventa uno dei cavalli di battaglia della campagna politica per le politiche 2018. Da Salvini al Movimento 5 Stelle sono tante le forze in campo a proporne l’abolizione, ma i costi pongono un freno alla messa in atto di questa promessa elettorale.

L’abolizione della Legge Fornero è diventato uno dei cavalli di battaglia di queste elezioni politiche 2018. Da più parti è stata infatti proposto il cambiamento di quella che risulta una delle norme più odiate dagli italiani, che vorrebbero vederla abrogata.

Problema principale di questa proposta rimane però il costo che comporterebbe lo smantellamento della Legge Fornero. Molti elettori si cominciano infatti a chiedere: è possibile abolire la Legge Fornero?
Si comincia così a fare qualche rapido calcolo e i primi numeri che si stimano mostrano come la legge difficilmente potrà essere smantellata.

La Ragioneria di Stato mette infatti in chiaro che il costo per il passaggio ad un altro tipo di sistema sarebbero molto alto. Cerchiamo quindi di capire se le promesse elettorali si potranno davvero mettere in atto o se si tratta di un semplice messaggio elettorale per provare a raccogliere voti a pochi mesi dalle elezioni.

La Legge Fornero si può abolire? Il costo preventivato

I costi per smantellare la Legge Fornero risultano piuttosto alti e mostrano come la proposta di molte forze in campo risulti difficile da mettere in atto. Il risparmio a cui si dovrebbe rinunciare è di ben 350 miliardi fino al 2060 con un costo annuo che si aggira tra i 17 e i 23 miliardi l’anno.

Secondo i calcoli della Ragioneria di Stato il problema più grande si avrebbe tra il 2020 e il 2030. In questo decennio si dovrebbe rinunciare ad un punto di Pil ogni anno, elemento che porterebbe a problematiche non indifferenti lo Stato italiano.
Una cifra a cui difficilmente lo Stato italiano potrà far fronte e che rende la proposta di molti un semplice declaimer elettorale.

Nella giornata del 7 gennaio si è inoltre ufficializzata l’alleanza di Centrodestra che vedrà i partiti di Salvini, Berlusconi e Meloni concorrere alle elezioni come una coalizione unitaria.
Sulle pensioni è valsa la proposta di Salvini che metteva come punto principale del suo programma proprio l’abolizione della Legge Fornero.

Dal leader della Lega non arrivano, per il momento, chiarimenti su come verranno reperiti i soldi e in che modo verrà modificato il sistema contributivo italiano.