Autore: Marco Ciotola

Assegni familiari - Bonus figli - Smart working - Italia

26
Feb

L’Oreal Italia: ecco paternità, part-time e smart working

In L’Oreal Italia sono partite da inizio anno tutte le novità sul welfare: paternità, part-time, smart working e premi partecipazione fanno del gruppo francese una vera avanguardia in termini di benessere del lavoratore

L’Oreal Italia: ecco paternità, part-time e smart working. Una linea aziendale che si rifà al più ampio programma dello Share & Care quella di L’Oreal Italia, tra i leader mondiali nel settore cosmetica. A partire da inizio 2018 l’azienda ha fatto partire tutta una serie di benefit rivolti al lavoratore, che la portano tra le eccellenze italiane nella cura del benessere degli impiegati.

Misure studiate per agevolare la quotidianità dei dipendenti, sostenerne il nucleo familiare e, soprattutto, far sì che ore lavorative e non lavorative si integrino alla perfezione, in una visione d’insieme che possa rendere le persone più soddisfatte e aumentare la produttività. L’Oreal Italia ha quindi dato il via a paternità di 10 giorni, periodi part-time, smart working, premi partecipazione e molte altre agevolazioni.

L’Oreal Italia: ecco paternità, part-time e smart working

In Italia il riconoscimento del permesso retribuito di paternità è stato introdotto con molto ritardo rispetto ad altri membri dell’Unione Europea. Nella linea tracciata da L’Oreal, il nuovo contratto integrativo prevede 10 giorni di permesso (retribuiti al 100%), e il primo a usufruirne in azienda è stato proprio il direttore della finanza.

Altra novità cruciale è quella relativa alla possibilità di lavorare part-time qualora se ne abbia bisogno, da un minimo di 6 mesi a un massimo di 3 anni. La giornata lavorativa, in questo caso, sarà ridotta a 6 ore, per una decurtazione del 20% dello stipendio.

Vengono inoltre riconosciuti permessi extra e garantiti orari flessibili ai dipendenti con genitori o nonni che hanno superato i 75 anni, o ai genitori di bambini di età inferiore ai 3 anni. Un sostegno pieno alla genitorialità che si completa anche con l’aumento fino a 140 euro mensili dell’assegno per asilo nido esteso ai padri.

Ufficializzato e garantito da contratto anche lo smart-working per 4 giorni al mese, di cui al momento già usufruisce il 90% dei dipendenti; è possibile quindi lavorare da casa e gestire con maggiore tranquillità la propria routine quotidiana, specie nelle giornate critiche.

Essenziale infine il cosiddetto “conto welfare individuale” di 250 euro per acquistare, tramite una piattaforma, beni e servizi che vanno dai libri scolastici ai viaggi, le spese mediche e le attività ricreative d’ogni tipo. A questo si aggiunge il “premio di partecipazione”, che nasce con l’idea precisa di coinvolgere tutti i dipendenti nel successo dell’azienda.

Il premio può essere convertito, fino al 50%, nello stesso conto welfare individuale, con un contributo aziendale ulteriore del 15% e i vantaggi fiscali previsti. Si stima che nel 2019 in L’Oréal il premio potrà arrivare a 2.900 euro lordi l’anno.

Come richiedere i «benefit»: niente burocrazia

Per avere accesso a permessi, flessibilità o periodi in part-time, non sarà necessario nessun lungo percorso burocratico, niente stato di famiglia o altre documentazioni. Il dipendente dovrà solo preparare un’autocertificazione da presentare alla direzione del personale.

Tutto rientra nell’ottica di “offrire un ambiente di lavoro positivo e favorire un buon equilibrio tra vita personale e lavoro” come precisa Arnaud Hermitte, a capo delle risorse umane di L’Oréal Italia.